Sabato con il Pd, la parola alla piazza

Pd
Manifestazione PD, Bersani: Berlusconi deve andarsene

È il momento di mobilitarsi tutte e tutti, di attivare i circoli, di aprire comitati per il referendum, di dimostrare che siamo noi quelli che hanno le capacità e le energie migliorare l’Italia

Sabato prossimo a Roma ci sarà la manifestazione del Partito democratico per dire SI a un’Italia più forte e a un’Europa più giusta.

Sarà una grande occasione di mobilitazione e partecipazione, per far sentire la voce del popolo del PD in una fase decisiva per il futuro, in un momento in cui occorre dare forza alle posizioni dell’Italia in Europa, per cambiare le scelte comunitarie e puntare su accoglienza e crescita, e quando manca poco più di un mese al referendum per confermare la riforma costituzionale.

Da qualche mese molti degli incontri che faccio in giro per l’Italia – da Arezzo ad Aosta, da Gorizia a Nuoro, da Rosignano Solvay a Vicenza, da Casole Elsa a Cesena, da Milano a Bolzano, da Carrara a Londra – sono dedicati proprio al referendum e alla discussione sul futuro del Paese.

Tra militanti, sostenitori, semplici cittadine e cittadini, ho ascoltato e visto una grande voglia di dialogo, di confronto, di partecipazione. Ho incontrato la passione e il coraggio di chi vuole cambiare, i dubbi di chi cerca maggiori informazioni, l’apertura di un popolo che sente che il momento è importante e che non vuole far mancare il proprio contributo. È proprio il momento, quindi, di tornare a ribadire che “la piazza è del Popolo”, come dice lo slogan che accompagna la manifestazione.

Perché senza il suo popolo il Partito Democratico non esiste, non ha forza, non può esercitare quella funzione di guida che serve al Paese.

La forza del PD è la forza delle donne e degli uomini che lo fanno vivere, che credono nei valori comuni, che cercano strade sempre attuali per realizzarli. Donne e uomini con storie diverse, di età diverse, da territori e realtà sociali diverse, con ragioni diverse, ma pronti a ritrovarsi insieme, in un’unità di intenti e di azioni che valorizza il contributo di ciascuna e ciascuno.

Siamo l’unico partito davvero democratico e aperto alla partecipazione e alla decisione collettiva: questa che è la nostra forza deve diventare anche la forza del Paese.

Ci vediamo allora sabato a Roma. È il momento di mobilitarsi tutte e tutti, di attivare i circoli, di aprire comitati per il referendum, di dimostrare che siamo noi – siete tutte e tutti voi – quelli che hanno le capacità e le energie migliorare l’Italia.

Vedi anche

Altri articoli