Roma, Morassut sfida Giachetti alle primarie Pd: “Sarò un avversario leale”

Pd
morassut

Roberto Morassut annuncia la sua candidatura su Facebook: “Lunedì farò una conferenza stampa per spiegare le mie ragioni”

Roberto Morassut scioglie la riserva e si candida a sindaco di Roma. “Ci ho pensato molto – scrive su Facebook il deputato dem – come si fa per le cose importanti e che non possono essere improvvisate. Lo faccio per dare, in prima persona, un contributo alla rigenerazione della politica a Roma”.

Morassut è pronto dunque a sfidare Roberto Giachetti nelle primarie del centrosinistra che si terranno il 6 marzo; primarie che in questo modo si rafforzeranno visto l’allargamento del campo dell’elettorato democratico. Sarà anche un modo per il Partito democratico di aumentare la presenza nei gazebo e, quindi, nei seggi elettorali di giugno.

“Lo faccio anche per salvare queste primarie altrimenti a rischio”, aggiunge Morassut nel suo post. E il presidente del Pd, Matteo Orfini, commenta positivamente la notizia: “Renderà vere le primarie e non è escluso che arrivino altre candidature. Così si vivacizza il quadro”.

L’ex assessore capitolino all’urbanistica nelle giunte guidate da Walter Veltroni, su Facebook, spiega anche che non sarà “un avversario per Roberto Giachetti per il quale, come ho già detto nutro stima sincera”. Piuttosto Morassut si definisce un competitore leale. “Accolgo l’invito di quanti mi hanno chiesto un impegno diretto per sostenere idee per le quali mi sono speso e che, diversamente, avrei lasciato cadere. Comunque vada – aggiunge – avremo un candidato Sindaco che ce la metterà tutta”. Infine annuncia la conferenza stampa, lunedì 1 febbraio alle ore 12, per spiegare le ragioni di questa decisione: “lo farò presso il mercato di Primavalle, un quartiere di periferia che amo”.

Vedi anche

Altri articoli