Tutti i risultati delle amministrative 2016

Amministrative
Da sinistra dall'alto, i candidati alle elezioni comunali 2016:Virginia Raggi, Giorgia Meloni, Giuseppe Sala, Alfio Marchini, Roberto Giachetti, Stefano Parisi, Luigi De Magistris, Valeria Valente e Gianni Lettieri in una foto combinata.ANSA /DI MEO/PERCOSSI/DAL ZENNARO/LAMI/FERRARI/FUSCOABBATE

Da nord a sud, ecco quali sono i candidati che si confronteranno al ballottaggio

La resa dei conti è rimandata al 19 giugno, quando i candidati delle principali città al voto si confronteranno nel secondo turno di queste amministrative. Da nord a sud, l’unico candidato che è riuscito a incassare la vittoria al primo turno è stato Massimo Zedda a Cagliari, sostenuto dalla coalizione del centrosinistra. Tutti gli altri dovranno affrontare altre due settimane di serrata campagna elettorale. Ecco la situazione nelle città principali:

Roma – scheda. Nella Capitale 10 punti percentuali dividono i due candidati che superano il primo turno. Da una parte la candidata del Movimento 5 stelle, Virginia Raggi, che guida la sfida con il 35,25% dei voti, dall’altra il candidato del Pd, Roberto Giachetti, che insegue con circa il 24,87%. Vanno fuori dei giochi Giorgia Meloni, che arriva terza, e Alfio Marchini, che registra il risultato più deludente con il partito principale di riferimento, Forza Italia, che si ferma poco sopra il 4%. Stefano Fassina è l’ultimo dei candidati principali con circa il 4,5%.

ROMA_def

Milano – scheda. Era previsto un testa a testa e così è stato. La differenza tra due candidati, Giuseppe Sala per il centrosinistra e Stefano Parisi per il centrodestra, è meno di un punto percentuale. Il candidato del Pd guida la sfida per una manciata di voti che rende imprevedibile il risultato del ballottaggio. Milano è anche la città dove non brilla il Movimento 5 stelle, che ottiene un risultato modesto con Gianluca Corrado, inchiodato poco al di sopra del 10%.MILANO_def

 

Napoli – scheda.  Nel capoluogo partenopeo il sindaco uscente e appoggiato da una coalizione di sinistra Luigi de Magistris, conquista oltre il 42% dei voti. La candidata del Pd, Valeria Valente, perde per 3 punti percentuali la sfida con il candidato del centrodestra Gianni Lettieri. Sarà lui a sfidare de Magistris al secondo turno. Fuori dai giochi il M5S con Matteo Brambilla, fermo sotto il 10%, e il duo Salvini-Meloni che avevano puntato su Marcello Taglialatela, inchiodato ad un irrilevante 1,3%.

20160606_Napoli_772_886

 

Torino – scheda. Il sindaco uscente, Piero Fassino, guida la sfida nel capoluogo piemontese con il 41,83% dei voti. Insegue la candidata del M5S, Chiara Appendino, con il 30,92%. Non brillano, invece, i candidati della destra. Alberto Morano, il candidato scelto dalla Lega e Fratelli d’Italia, si ferma poco sopra l’8%. Mentre Osvaldo Napoli, sostenuto da Forza Italia, ha superato a fatica il 5% dei voti.

 

TORINO_def

Cagliari. Il candidato centrosinistra nel capoluogo sardo, Massimo Zedda, è uno dei pochi che è riuscito a portare a casa la vittoria definitiva al primo turno. Per lui oltre il 50% dei voti e un distacco di ben 18 punti dal candidato del centrodestra, Piergiorgio Massidda. L’esponente dei cinquestelle, Antonietta Martinez, si ferma poco al di sopra del 9%.CAGLIARI_def

 

Benevento. Perfetta parità tra il candidato del centrosinistra Raffaele Del Vecchio e l’ex Guardasigilli Clemente Mastella. Entrambi conquistano circa il 34% dei voti. Terza arriva la candidata M5S, Marianna Farese con il 20,85%.

Bologna. Virginio Merola, sindaco Pd che da 5 anni guida la città, va al ballottaggio con un bottino di voti che potrebbe assicurargli la riconferma, 39,46%. A dividerlo dal suo sfidante della Lega, Lucia Bergonzoni, ci sono oltre 17 punti percentuali. Max Bugani del M5S si attesta abbondantemente oltre il 16%.

BOLOGNA_def

Brindisi.  Fernando Marino, candidato del Pd,  si presenterà al ballottaggio avendo conquistato il 32,07%. Lo sfiderà la candidata centrista Angela Carlucci che è arrivata seconda con il 24,61%.BRINDISI_def

Carbonia. Il sindaco uscente Giuseppe Casti, sostenuto da Pd e Sel, dovrà affrontare la candidata M5s Paola Massidda, che con il 21,90 % batte di un soffio Ugo Piano al 21,01%. CARBONIA_def

Caserta. Nel capoluogo campano il candidato del Pd, Carlo Marino, primeggia con il 45,11%. Segue il candidato del centrodestra  forzista, Riccardo Ventre, con il 19,54%.

CASERTA_def

Cosenza. Il candidato del centrodestra Mario Occhiuto si aggiudica con il 58,95% dei voti. Carlo Guccione, del Pd, si ferma al 19,81%.

COSENZA_def

Crotone. Testa a testa tra la candidata del Pd Rosanna Barbieri (30%) e quello del centro, Ugo Pugliese (26,6%). Fuori dai giochi il candidato grillino, Dario Sorgiovanni (17,85%).

Grosseto. 5 punti dividono i candidati del centrodestra e del centrosinistra nel capoluogo toscano. Guida l’uomo sostenuto da Lega, Fi e centro, Antonfrancesco Vivarelli Colonna (39,57%), segue il candidato democratico Lorenzo Mascagni (34,51%).GROSSETO_def

Isernia.  Si assicura il ballottaggio invece il candidato dei Fd’I, Giacomo D’Apollonia (23,92%). La battaglia per il secondo posto è stato vinto invece dal candidato di centrodestra Gabriele Melogli (19,13%). La candidata del centrosinistra, Rita Formichelli, si ferma al 18,15%.

Latina. Il candidato di Lega e Fd’I, Nicola Calandrini, e l’esponente delle liste civiche Damiano Coletta vanno al ballottaggio con la stessa percentuale di voti, poco più del 22%. Il canidato del Pd, Enrico Forte, si ferma al 21%.

Novara. Al ballottaggio vanno il candidato della Lega/Fdi, Alessandro Canelli (32,77%), e il candidato del centosinistra, Andrea Ballaré (28,40%). Fuori la candidata M5s, Cristina Macarro (16,9%), e il candidato sostenuto dal centrodestra, Andretta Andrea (14,05%).NOVARA_def

Olbia. Per il centrosinistra Carlo Careddu (32,36%) per il centrodestra Settimo Nizzi (27,47%). Non ce la fa la candidata pentastellata Maria Teresa Piccinnu (19,10%).

Pordenone. Nella città friulana manca ancora molto per il completamento dello spoglio. Tuttavia con 14 sezioni scrutinate su 52, i nomi che accederanno al ballottaggio sono già chiari. La candidata del Pd, Daniela Giust, raggiunge il 33,23%, Alessandro Ciriani, che corre per il centrodestra, ha raggiunto il 45, 48%. Samuele Stefanoni del M5S si ferma al 12,44%.PORDENONE_def

Rimini. Il candidato del centrosinistra, Andrea Gnassi diventa sindaco con il 56,99% dei voti. Staccato di 32 punti lo sfidante del centrodestra, Marzio Pecci, che pure era sostenuto da una coalizione che andava dalla Lega a Forza Italia. Non pervenuti i 5 stelle che non hanno presentato candidati.

RIMINI_def

Ravenna. Si sfideranno al ballottaggio Michele De Pascale per il centrosinistra e Massimiliano Alberghini per il Centrodestra. Anche qui la distanza tra i due è notevole. Il primo ha ottenuto il 46,5% dei voti, mentre il candidato della destra si è fermato al 27,97%.RAVENNA_def

Salerno. Vincenzo Napoli, candidato con una lista civica di centrosinistra, raggiunge il 70,30% dei voti diventa il nuovo sindaco della città campana. Roberto Celano, sostenuto da Forza Italia, si ferma al di sotto della soglia del 10%.

Savona. La candidata del Centrosinistra, Cristina Battaglia, conquista il 31, 78% dei voti. La candidata del centrodestra Ilaria Caprioglio ha la meglio su Salvatore Diaspro, il candidato del M5s, per pochi voti: 26,61% contro 25,10%.SAVONA_def

Trieste.  Il sindaco uscente Roberto Cosolini si ferma al 29,22%, mentre lo sfidante principale, Roberto Dipiazza, ha raggiunto il 40,81%.  Paolo Melis, del M5S si ferma invece al 19,16%.TRIESTE_def

VaresePaolo Orrigoni il candidato del Centrodestra sostenuto da Lega, Fi e Fd’I guida con il 47,1%. Il candidato del Pd, Davide Galimberti, segue da vicino con il 41,96% dei voti.VARESE_def

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli