Renzi tra Mast e Golinelli: «Qui ho visto l’Italia di domani»

Cultura
renzi

Negli spazi dedicati a scienza, arte e innovazione delle due imprese bolognesi il premier loda «gli imprenditori illuminati»

Un riconoscimento a Bologna, ai suoi «imprenditori illuminati» e dunque a eccellenze produttive che sanno portare avanti anche progetti culturali all’avanguardia, a «due esempi dell’Italia di domani». È un messaggio che ha voluto portare di persona, quello lanciato ieri da Matteo Renzi con la visita alle “creature” di due imprenditori, Isabella Seragnoli e Marino Golinelli, che alla guida di due colossi dell’economia locale e nazionale hanno voluto restituire qualcosa al proprio territorio l’una con il museo Mast, l’altro con una cittadella della scienza e del sapere che ha voluto chiamare Opificio in omaggio alla cultura rinascimentale del fare. Una tappa che è quasi una boccata d’ossigeno per il premier, prima della partenza per un incontro di lavoro a Modena, al Museo Ferrari dove John Elkann ha radunato le più grandi famiglie imprenditoriali a livello internazionale, e dove l’attende un sit in di protesta (poi evitato) della Fiom contro il Jobs Act.

Per leggere questo articolo, abbonati a l’Unità

Vedi anche

Altri articoli