Renzi: “Ridiscutiamo l’Italicum, ma non blocchiamo il Paese”

Pd

Matteo Renzi apre la Direzione nazionale del Pd

“Se ci sono persone che hanno votato questa riforma dalle tre alle sei volte in Aula e poi votano contro nelle urne, noi li rispettiamo”. Matteo Renzi apre i lavori della Direzione nazionale del Partito democratico.

“Ognuno fa i conti con la propria coerenza. Detto questo, se il problema è il combinato disposto tra la riforma e la legge elettorale, benché io sia convinto che questa legge elettorale funzioni, il mio compito è quello di trovare un’ulteriore sintesi. Se qualcuno immagina di usare la legge elettorale come alibi, sappia che noi siamo intenzionati di superarli tutti, questi alibi.

I tre temi aperti per la modifica della legge elettorale sono questi: ballottaggio sì o no, premio di lista o di coalizione, modalità di elezione dei parlamentari.

Propongo di istituire una delegazione che lavori ad una soluzione condivisa, con tempi certi, composta da Lorenzo Guerini nel ruolo di coordinatore, dai due capigruppo, dal presidente del partito e da un esponente della minoranza scelto dalla minoranza. La proposta è quella di incardinare la discussione in Commissione tra il referendum e la fine dell’anno”.

Vedi anche

Altri articoli