Renzi e il battibecco con Giannino: “Non serve una laurea per capire”

Governo
29/09/2006 TRASMISSIONE PORTA A PORTA NELLA FOTO OSCAR GIANNINO ¸ CAMILLA MORANDI/AGF

Scontro in diretta su Radio 24 su tasse ed evasione fiscale

In questi mille giorni abbiamo ridotto le tasse” e allo stesso tempo “è aumentata la lotta all’evasione fiscale: siamo il governo che ha avuto il risultato migliore dal recupero dell’evasione fiscale. Se lo Stato incassa di più è perché ha recuperato di più, non perché aumentano le tasse”, lo dice il premier Matteo Renzi a Radio 24 a confronto con il giornalista Oscar Giannino.

Il presidente del Consiglio battibecca a lungo, su questo tema, con Giannino: “Siccome ha detto a me che aumentano le tasse, non serve avere una laurea per capire questo genere di cose…”, attacca il premier. “Infatti lo so bene”, replica Giannino, che, per avallare le proprie tesi, cita al leader dem un’analisi di Luca Ricolfi.

“La tassazione – spiega Renzi – non è aumentata in Italia a livello statale, nel primo anno però le addizionali regionali e anche locali hanno continuato a crescere. In questi due anni e mezzo le tasse sono andate giù e dal 2016 abbiamo impedito di alzare le tasse locali. Però perché dobbiamo creare confusione? La clausola di salvaguardia sull’Iva è una cosa diversa: finora l’abbiamo eliminata e faremo di tutto per eliminarla. L’ultima volta è aumentata nel 2013 con un altro governo”.

Vedi anche

Altri articoli