Renzi contro Schaeuble: “Il bilancio tedesco crea problemi all’Europa”

Ue
schaeuble

Il presidente del gruppo S&D nell’Europarlamento Gianni Pittella: “Se Schauble non sarà fermato porterà l’Ue al baratro”

La Germania attacca Bruxelles e respinge al mittente la raccomandazioni della Commissione europea invitandola, piuttosto, a guardare i bilanci degli altri Paesi. A contestare la lesa maestà dell’inviolabile “purezza teutonica” stavolta è lo stesso ministro dell’Economia tedesco, Wolfgang Schaeuble.

Bruxelles aveva raccomandato alla Germania di aumentare i suoi investimenti, visto che lo stato di salute delle finanze pubbliche tedesche offre margine per farlo. “Credo che le raccomandazioni siano rivolte al paese sbagliato” ha detto Schaeuble intervenendo al Bundestag riunito per discutere del Bilancio. L’uomo forte della Cancelleria tedesca ha sottolineato però come la Germania investa quasi sei volte di più della media dei Paesi dell’Ue.

Ma il punto, sostiene il premier italiano commentando a stretto giro le parole di Schaeuble, è che il surplus tedesco sta creando problemi a tutta l’Europa. “La Commissione cominci a controllare il bilancio della Germania – ha detto Matteo Renzi – non facciamo come con l’immigrazione dove ci hanno lasciati soli e costruiscono muri”.

L’attacco del ministro tedesco di fatto difende la linea di bilancio tedesca, compreso l’approccio per le politiche basate sull’austerità e arriva a pochi giorni di distanza dal cambio di passo dell’Ue, quello annunciato dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker che aveva presentato un pacchetto di provvedimenti  a favore un bilancio espansivo, più in linea con le politiche anti-austerity.

Un attacco in piena regola alla nuova impostazione di Palazzo Beymount. Tanto che il presidente del gruppo S&D nell’Europarlamento Gianni Pittella, replicando a Manfred Weber (Ppe), ha definito Schouble un “bad guy in Europa, che con la sua ottusa ossessione per l’austerità sta creando una rivolta di popolo contro questa Europa. Caro Weber – ha detto Pittella – se Schauble non sarà fermato, porterà l’Ue al baratro“.

Vedi anche

Altri articoli