Renzi conferma: “Nel 2016 via Imu e Tasi”. E promette taglio del debito

Governo

E’ partito da Verona il tour dei “cento teatri” in cui il premier incontrerà i cittadini italiani per parlare dell’azione di governo

Matteo Renzi lancia da Verona il tour dei “Cento teatri” che lo porterà nei prossimi mesi ad incontrare i cittadini italiani per illustrare l’attività di governo e parlare dei progetti futuri. Riforme, fisco e debito pubblico sono al centro di questo suo primo incontro.

Nella legge di stabilità del prossimo anno, conferma il premier “cancelleremo Imu e Tasi sulla prima casa e finirà così una discussione che dura da dieci anni. La prima casa non può avere tasse perché sono sacrifici di una vita. Dopo 3 anni di recessione, finalmente il Pil torna al segno più ma ora dobbiamo liberare risorse e energie. Ecco perché nella manovra abbiamo deciso la cancellazione di Imu e Tasi per tutti. Speriamo che così riparta il settore delle costruzioni”. E sempre nella legge di stabilità ci sarà un intervento ad hoc per un milione di bambini sotto il livello di povertà.

Altro capitolo fondamentale è la lotta all’evasione fiscale, che deve viaggiare parallelamente alla riduzione delle tasse: “La lotta all’evasione non si fa giocando a guardia e ladri” ma utilizzando la tecnologia per l’incrocio dei dati e anche grazie alla possibilità di fare la dichiarazione dei redditi on line. Renzi ha quindi annunciato l’eliminazione dell’Imu agricola e dell’Irap agricola. E promette: “Chi nel 2016 investe deve avere uno sconto fiscale”. Poi l’annuncio sul debito: “Dal prossimo anno il debito pubblico italiano scende, io lo devo fare non perchè me lo chiede Merkel ma mio figlio”.

Non sono mancate due stilettate ai due principali avversari politici, Beppe Grillo e Matteo Salvini. Al primo ricorda il fatto che aveva previsto (da “grande statista”) che l’expo sarebbe stato un insuccesso, al secondo perché “vuole fare uno sciopero di tre giorni per bloccare l’italia: il governo ha una proposta esattamente contraria, l’Italia non deve essere bloccata ma aiutata a ricominciare a correre“.

Vedi anche

Altri articoli