Renzi: “Con questa riforma rottamo la Casta”

Referendum
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in Senato durante il convegno di Area Popolare ''Di riforme si mangia'', Roma, 18 novembre 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

“Se vince il No nessuna Apocalisse, ma rimane tutto com’è”

Non riesco a immaginare una riforma più “rottamatrice” di questa: “cambia le cose, semplifica, riduce la burocrazia. Dunque è contro la Casta, contro il sistema vigente: non a caso la proponevamo dai tempi della Leopolda”. Lo afferma il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in un’intervista sul Quotidiano Nazionale, spiegando che secondo lui “chi è contro il sistema voterà per il Sì”.

Per il premier rientrano nella casta anche i ‘grillini’e torna sulle prole sconsiderate pronunciate ieri dal comico genovese: “Grillo alza i toni parlando di serial killer perché si rende conto che in questo momento i suoi elettori iniziano a farsi domande: molti Cinque Stelle vorrebbero votare i tagli alla Casta e non capiscono perché Grillo li stia portando con D’Alema e Cirino Pomicino, con De Mita e Mario Monti”.

Poi la replica al Financial Times, che aveva evocato l’uscita dall’Italia dall’Eurozona in caso di vittoria del No, Renzi osserva che “non è in discussione l’euro”, piuttosto “i tanti euro che si prendono i politici a cominciare dai fondi del Senato che servono ai Cinque Stelle per pagare affitti e bollette”.

Il presidente del Consiglio riconosce che “il referendum si giocherà sul filo dei voti”. E che Toscana e Emilia, dove sarà oggi per iniziative elettorali, “saranno decisive”.

Renzi si sofferma anche sulla rottura del patto del Nazareno e sulle sue conseguenze: “Berlusconi è stato per me incomprensibile – afferma – Penso che molti dei suoi elettori, però, voteranno Sì perché non hanno voglia di fare vincere gli estremisti nel centrodestra, né di ridare la sinistra alla vecchia guardia né di dare il potere a Grillo”.

Poi rassicura: in caso al referendum vincessero i No non ci sarà nessuna “Apocalisse”, ribadisce il premier. “Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan dice che ci saranno ripercussioni. E se lo dice lui mi fido perché è persona saggia e razionale. A me non preoccupano i mercati finanziari: quelli se la cavano sempre. Ma i mercati rionali, sì. La gente semplice”.

Vedi anche

Altri articoli