Renzi all’Ue: “Decidiamo da soli, la tassa sulla casa la toglieremo”

Governo
epa04856534 Italian Prime Minister Matteo Renzi during his joint press conference with Palestinian President Mahmoud Abbas (not pictured) in the West Bank city of Bethlehem on 22 July 2015. Premier Matteo Renzi is currently on a tour of Israel and the West Bank and earlier on 22 July 2015 he addressed the Israeli Knesset.  EPA/ATEF SAFADI

Dura replica alla velina europea che considerava non opportuna la misura contro la Tasi

Non ci sta a farsi  dettare l’agenda dall’Europa, che, con una velina, ieri aveva fatto sapere di considerare non opportuno il taglio delle tasse sulla casa proposta dal governo: e stamane Matteo Renzi ha replicato.

“Quando c’è da parlare di immigrazione quelli di Bruxelles sono tutti in ferie, quando si parla di tasse si svegliano tutti insieme. Le tasse le abbassiamo da soli, non ce lo facciamo dire dall’Unione Europea cosa tagliare o no“, ha detto il premier a Rtl 102.5, riferendosi al monito dell’Ue.

“Si vede che anche a Bruxelles quest’estate ha fatto molto caldo”, ha ironizzato il premier.

“Il 16 dicembre” gli italiani pagheranno la “seconda rata della Tasi, quello è il funerale delle tasse sulla casa“, ha sottolineato Renzi ribadendo la volontà del governo al taglio delle tasse sulla casa dall’anno prossimo.

Vedi anche

Altri articoli