Renzi a Washington: il menù (politico e non) dell’incontro con Obama

Governo
due

L’agenda, fittissima, degli impegni del Presidente del Consiglio in viaggio negli Usa

Con le bandiere italiana e americana alte a sventolare sulla Casa Bianca, il presidente del Consiglio Matteo Renzi sarà ricevuto oggi dal presidente Barack Obama come “giovane e promettente” leader europeo e solido alleato in un momento cruciale di transizione per l’Unione Europea senza Regno Unito e per gli Stati Uniti nel dopo-elezioni.

bandiereMa il programma di Renzi in Usa è davvero molto fitto di avvenimenti. Atterrato nella notte (italiana) si è recato presso la residenza dell’ambasciatore Armando Varricchio per una cena a porte chiuse.

Questa sera invece lo State dinner con personalità del mondo finanziario ed economico; Renzi e la moglie Agnese Landini sono attesi intorno alle 9 del mattino (le 15 in Italia) alla Casa Bianca per la cerimonia solenne di benvenuto.

I due leader pronunceranno un discorso, seguito dall’incontro bilaterale nello Studio Ovale, e da una conferenza stampa congiunta (intorno alle 11.40, le 17.40 in Italia). Sarà questa l’occasione per i due leader di discutere del futuro dell’Europa, di Iraq, Siria, Libia, del ruolo della Russia, della crisi dei rifugiati, della crescita economica, della cooperazione nella lotta al terrorismo e di cambiamento climatico, come anticipato dai funzionari della Casa Bianca.

Poi un pranzo al Dipartimento di Stato con il Vice Presidente Joe Biden e il Segretario di Stato John Kerry.

“Ospitare una cerimonia domani come una visita ufficiale e una cena di stato per celebrare la collaborazione, amicizia e alleanza è qualcosa che il presidente ha sentito come importante prima di concludere il suo mandato”, ha detto il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest. Non è un caso quindi che prima dell’incontro ufficiale, Obama abbia speso parole di grande stima per il nostro Presidente del Consiglio sul quotidiano la Repubblica. Charles Kupchan, direttore senior degli Affari europei del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, ha spiegato come il presidente americano consideri Renzi, “un leader politico giovane e promettente in Europa.” Secondo l’amministrazione Obama “l’Italia è un Paese molto importante per il futuro dell’Europa a fronte di una crescita economica debole, di una Russia più aggressiva e di un aumento del populismo,” ha aggiunto Kupchan, sottolineando l’importanza che l’Europa venga “rivitalizzata.”

Gli impegni di Renzi proseguiranno con una visita al nuovo museo nazionale di storia e cultura afroamericana, inaugurato soltanto pochi giorni fa proprio dal Presidente Obama, e poi alla Johns Hopkins University, dove terrà un discorso davanti a studenti ed insegnanti. Renzi si recherà anche al Center For American Progress, il think tank guidato da John Podesta, ex consulente di Obama e ora presidente della campagna elettorale di Hillary Clinton.

ospitiL’influenza italiana sarà tema anche della cena di stato di stasera, a cui parteciperanno anche ospiti illustri, simbolo dell’eccellenza italiana. Ospitata nel giardino sud della Casa Bianca, sotto una tensostruttura decorata con lampadari, bicchieri di vetro fatti a mano, sottopiatti in stile fiorentino con decorazioni in oro, e composizioni floreali creeranno un’atmosfera rinascimentale. Il menù, proposto dallo chef italoamericano Mario Batali e da quello della Casa Bianca, Cris Comerford, sarà preparato in parte con le verdure dell’orto voluto dalla first lady Michelle Obama, (che vi farà visita con la moglie di Renzi), ma con ingredienti “locali” americani, inclusi formaggio e vino.

Come primo piatto Matteo Renzi e sua moglie Agnese Landini mangeranno agnolotti con ripieno di patate dolci conditi con burro e salvia. Seguirà un’insalata con zucca e pecorino. Il secondo piatto, di cui sarà disponibile anche una versione vegetariana, saranno braciole di manzo con cremolata di rafano e di cime di rapa. Infine ci saranno diversi dessert, tra cui una crostata di mele e caramello al timo e del tiramisù.

Il ricevimento si concluderà con un concerto della cantante, tre volte Grammy Award, Gwen Stefani.

Vedi anche

Altri articoli