Renzi a Raggi: “Se preferisci non metterci la faccia hai sbagliato mestiere”

Olimpiadi
renzi-prato2

Renzi, durante un’iniziativa per il Sì al Rerferendum costituzionale, ha parlato del rifiuto da parte della sindaca di Roma di candidare la città alle olimpiadi del 2024: “Se hai un minimo di autorevolezza e credibilità tu i ladri li cacci”

“Dire che non si fanno le Olimpiadi perché non è possibile sconfiggere la corruzione è un’ammissione di incapacità. Se hai davanti otto anni, se hai un minimo di autorevolezza e credibilità tu i ladri li cacci, se dici no e hai paura ti fermi subito. Se preferisci non metterci la faccia hai sbagliato mestiere“. Oggi Matteo Renzi, nell’intervento a Prato in occasione del tour a sostegno del Sì al referendum costituzionale (qui il video completo), è tornato brevemente a parlare delle olimpiadi di Roma. Lo aveva già fatto in settimana a Otto e mezzo, definendo la vicenda definitivamente chiusa, ma oggi, davanti alla platea del teatro Metastasio della città toscana, il premier è stato meno morbido nel commentare la scelta della sindaca.

“L’immagine del no alle Olimpiadi – ha aggiunto il presidente del Consiglio – è la straordinaria metafora di cosa significa l’Italia del no. Spero che i consiglieri comunali abbiano un sussulto di riflessione. Mi piange il cuore per i posti di lavoro persi a Roma, per le periferie di Roma”. L’Italia – ha osservato Renzi – è divisa tra chi sta alla finestra a guardare e chi sta nell’arena e se vede una cosa che non va la cambia, “questa è la differenza fra la politica e il bar dello Sport”.

Solo nell’ultima parte del sua parentesi su Roma2024, Renzi è tornato su toni più amichevoli. Non è “il momento per utilizzare le difficoltà dei nostri sindaci per sparare addosso a qualcuno” perché  quando un comune come Roma è in difficoltà,”il compito del governo non è fare ironia ma dare una mano. Prima dei partiti – ha sottolineato Renzi – c’è l’Italia”.

Vedi anche

Altri articoli