Cara sindaca Raggi, chi paga la propaganda per il No sui bus di Roma?

Referendum
bus

Pd: “La sindaca pubblichi online tutte le cifre”

Nuova polemica a Roma, stavolta sui cartelloni per il No al referendum firmati M5S che campeggiano sugli autobus della Capitale.

Dice Marco Miccoli, deputato del Pd: “Scopriamo oggi che sugli autobus dell’Atac è presente la pubblicità del NO al Referendum firmata dai M5S. Tutto questo è davvero molto strano, visto che gli M5S dichiarano di non prendere finanziamenti pubblici ed anche i soldi che versano volontariamente non vanno al partito ma al sostegno delle piccole imprese. Quanto è costata questa campagna? Chi l’ha pagata? Queste domande sono da rivolgere, oltre che a Beppe Grillo, il miliardario padrone del Partito dei 5 Stelle, anche alla Raggi. Alla sindaca chiediamo di fare chiarezza sulla vicenda: quanto ha intascato Atac per la campagna? Ci sono state tariffe di favore per i suoi amici grillini? Forse fornire spazi ai suoi colleghi di partito è un’altra parte del contratto firmato con Grillo e la Casaleggio Associati?”

Quindi una richiesta direttamente alla sindaca: “La Raggi deve pubblicare sul sito del Comune di Roma (e non su quello di Beppe Grillo) , tutte le fatture su questo strano contratto. Sulla vicenda ci deve essere la massima trasparenza. Sulla Costituzione non si scherza”.

Vedi anche

Altri articoli