Raid degli Usa in Libia: nel mirino responsabile degli attentati in Tunisia

Terrorismo
Fermi immagine dal video sui raid dell'aviazione egiziana contro l'isis in Libia, postato sul profilo Facebook del portavoce dell'Esercito. Roma, 16 febbraio 2015. ANSA/FACEBOOK ESERCITO EGITTO

Colpito un campo di addestramento terroristico a Sabratha. Bilancio provvisorio di 30-40 morti

Gli aerei Usa hanno condotto nelle scorse ore un raid mirato in territorio libico. A scriverlo è il New York Times, che cita una fonte occidentale. L’obiettivo del raid sarebbe stato Noureddine Chouchane, presunta mente degli attentati dell’Isis in Tunisia, prima al museo del Bardo di Tunisi (in cui morirono 24 persone, tra cui 4 italiani) e poi nella spiaggia di Sousse (38 vittime). Non si conoscono ancora le sue sorti.

Il raid ha colpito un campo di addestramento dell’Isis a Sabratha, nell’ovest della Libia. Il bilancio provvisorio parla di 30-40 morti. “La gran parte dei morti erano tunisini probabilmente membri dell’Isis”, ha precisato Hussein al-Dawadi, responsabile della città.

Vedi anche

Altri articoli