Rai, il Pd conferma la fiducia ai vertici: “Non bastano pochi mesi”

Rai
xl43-maggioni-121115184349_medium.jpg.pagespeed.ic.fcZjveqdm9

Nota distensiva del Pd dopo le polemiche di Anzaldi

I capigruppo di Camera e Senato, Ettore Rosato e Luigi Zanda, hanno sentito il bisogno di confermare il sostegno del Pd ai vertici della Rai dopo le polemiche di questi giorni su vari aspetti della attività dell’azienda di Viale Mazzini.

Ecco la nota dei capigruppo: «La Rai sta attraversando, grazie alla riforma da poco approvata dal Parlamento, una fase di transizione che deve garantire efficienza, dinamismo e competitività all’altezza delle sfide del nostro tempo. Per questo rinnoviamo la nostra fiducia nei vertici dell’Azienda che stanno gestendo la più grande impresa culturale del paese, una sfida che non si improvvisa né si risolve nei primi pochi mesi del loro mandato».

In una intervista al Corriere della Sera, Michele Anzaldi, membro dem della Vigilianza Rai, aveva usato parole molto dure: «Ma lo sanno Dall’Orto e la Maggioni come sono arrivati lì? Ce li abbiamo messi noi della Vigilanza, con una serie di votazioni a catena complicatissime, con uno straordinario lavoro di mediazione politica. E adesso che fanno? Non vedono, non sentono, non parlano».

Il deputato del Pd ha polemizzato anche sul programma di Franca Leosini : “Io certe cose le dico per il bene della Rai, per dare un senso al canone che ora tutti pagheranno in massa. Ma questi che fanno? Mandano in onda la Leosini… una che io, dopo quello che ha fatto, non capisco come riesca a prendere sonno la notte… e la Leosini, contro il parere del procuratore di Pesaro, intervista quello che ha sfregiato Lucia Annibali, un matto condannato a vent’anni di reclusione nei primi due gradi di giudizio e in attesa del verdetto della Cassazione. È servizio pubblico? No. Infatti è insorto tutto il Parlamento. Ma loro due, Dall’Orto e Maggioni, si sono giustificati, hanno chiesto scusa? Zero: come sempre muti nel loro silenzio, altezzoso e arrogante».

Vedi anche

Altri articoli