Raggi si dissocia da se stessa su Marra. E forse la Giunta slitta ancora

Roma
roma-160623201102

Partenza in salita per la neo sindaco di Roma Virginia Raggi

Si è tenuta oggi in Campidoglio la prima ‘capigruppo’ dell’era Raggi. Una riunione informale, visto che i vertici dell’assemblea capitolina ancora non sono stati eletti, forse anche per questo il Partito democratico ha deciso di non partecipare. “Dovrebbero venire tutti tranne il Pd – aveva annunciato Marcello De Vito, ‘Mr Preferenze’ 5 Stelle e futuro presidente dell’assemblea capitolina – Sono stati ovviamente invitati ed hanno fatto sapere che avevano una riunione”.

Sul tavolo il tema delle commissioni permanenti – ce ne saranno 12 mentre, alcune a carattere speciale, ma se ne parlerà in un secondo momento, e verranno votate il 12 luglio insieme ai presidenti- e la ‘geografia’ dell’Aula, cioè le posizioni sugli scranni dei neo consiglieri, visto la volontà espressa nei giorni scorsi dai nuovi inquilini del Campidoglio di sedere sia a destra che a sinistra dell’Aula.

Per quanto riguarda le nomine della giunta capitolina invece bisognerà aspettare ancora, forse anche più di quanto si era preventivato: “Probabilmente nel consiglio comunale del 7 luglio il sindaco annuncerà la giunta. È probabile ma non è certo. Il sindaco cercherà comunque di presentarla quanto prima”. I nomi degli assessori – chiarisce sempre De Vito -potrebbero avvenire anche il 12 luglio”. Uno slittamento che potrebbe nascondere qualche difficoltà da parte della neo sindaco nel trovare la quadra, soprattutto dopo le polemiche legate ai nomi ufficializzati dalla Raggi. La nomina di Raffaele Marra, già collaboratore di Alemanno e Polverini, come vice capo di gabinetto, torna a far parlare.

Stavolta sono proprio quelli del M5S che si dissociano dalla loro nomina facendo sapere che “non è definitiva “ma solo temporanea” anzi “durerà solo qualche settimana per dare continuità amministrativa all’ufficio”. E’ quanto si apprende da fonti M5s del Campidoglio: “Si tratta di un passaggio temporaneo e Marra e gli uffici ne sono consapevoli”, si precisa da fonti M5S.

Vedi anche

Altri articoli