Quotidiano norvegese contro Zuckerberg: “Lei sta abusando del suo potere”

Social network
cr2y3omxgaaipci

La denuncia dall’Aftenposten, principale quotidiano norvegese: “E’ un abuso di potere. State limitando la libertà”

Lo Aftenposten, principale quotidiano norvegese accusa Mark Zuckerberg e la sua società Facebook di non saper distinguere tra “pornografia infantile e una celebre fotografia di guerra” e di “abuso di potere”. Facebook ha infatti cancellato la famosa foto della bimba vietnamita che corre nuda piangendo, bruciata dalle bombe al Napalm lanciate dal corpo d’intervento americano in Indocina durante il conflitto che era stata pubblicata in un post dall’account del giornale.

Dopo la pubblicazione la redazione di Aftenposten ha detto che Facebook le aveva mandato un messaggio per  rimuovere o censurare la foto che conteneva un nudo femminile. E poi aveva cancellato il post, senza attendere la risposta di Aftenposten.

Nella sua lettera aperta Hansen sottolinea che la decisione di Facebook rivela una totale incapacità “di distinguere tra pornografia pedofila e una famosa foto di guerra, e una mancanza di volontà di dare spazio a liberi giudizi”.

Hansen aggiunge: “Sebbene io sia il direttore del più grande giornale norvegese devo constatare che Lei restringe e limita lo spazio entro il quale posso esercitare la mia responsabilità editoriale…penso che lei stia abusando del suo potere, difficile credere che lo faccia consapevolmente”.

Inoltre viene fatto notare che la missione dichiarata di creare aperture e connessioni tra gli esseri umani nel mondo non possa essere coerente con decisioni editoriali dettate da algoritmi.

Nel suo recente discorso a Roma Zuckerberg aveva però detto che Facebook “è un’azienda d’alta tecnologia, non un’azienda d’informazione”.

Vedi anche

Altri articoli