Quel neonazista salvato dai profughi siriani

Germania
epa05199080 'Stop Islamism - all vote NPD'  can be seen on a National Democratic Party (NPD) campaign poster for the local elections in Buedingen, Germany, 07 March 2016. The righ-wing extremist NPD party received 14 percent of the votes in local elections here.  EPA/BORIS ROESSLER

Una lezione di umanità da parte di due migranti che, in Germania, hanno soccorso un politico dell’Npd dopo un incidente d’auto

Chissà se quell’uomo appartenente a un partito neonazista tedesco salvato da due profughi si farà un esame di coscienza e cambierà il suo modo di vedere il mondo e soprattutto il prossimo, non più per la sua nazionalità, ma per la sua umanità.

Sicuramente non si sono posti troppe domande i due profughi siriani che si trovavano nella cittadina tedesca di Buedingen, in Assia, su chi fosse Stefan Jagsch, politico dell’Npd. Lo hanno visto andare a sbattere con la sua auto contro un albero e senza pensarci due volte sono corsi verso di lui e lo hanno immediatamente tirato fuori dalla sua auto.

Proprio a Buedingen c’è un centro di accoglienza profughi, la cui presenza dovrebbe aver gonfiato i consensi elettorali del partito neonazista di cui fa parte Jagsch. L’Npd, che alle ultime elezioni comunali ha sorprendentemente conquistato il 10,2%, ha espresso gratitudine ai due profughi, parlando di “un’azione buona e umana”.

Vedi anche

Altri articoli