Quattro mosse contro i gas: limiti di velocità e 2 gradi in meno

Dal giornale
Alto livello di smog a Torino, 19 dicembre 2015. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Nasce il Protocollo nazionale contro l’emergenza inquinamento. Un pacchetto per l’emergenza con 12 milioni. Un altro spalmato nei tre anni

Al tavolo nazionale contro l’inquinamento c’è uno sconfitto: il blocco totale o parziale delle auto. Non serve. I livelli delle polveri sottili sono e restano altissimi da giorni. Milano e Roma, con buona pace per l’attivismo di Pisapia e del commissario Tronca, hanno fatto flop. Si cambia tutto. E si ricomincia dal neonato Comitato di coordinamento ambientale sindaci-governatori presieduto dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. E da un pacchetto di misure d’emergenza (Protocollo) firmato da sindaci e governatori che, messe al bando «la babele di provvedimenti locali», scattano su tutto il territorio nazionale ogni volta che i livelli delle polveri superano il tetto consentito di 50 microgrammi per metro cubo.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli