Quando la maglia gialla perde la bici e l’organizzazione la testa

Tour de France

La dodicesima tappa del Tour con l’arrivo sul Mont Ventoux sarà ricordata per l’incidente a Christopher Froome di corsa dopo uno scontro con la moto di ripresa

Si sa il bello del ciclismo è il pubblico. Migliaia di persone che per ore si assiepano sulle strade, specialmente sulle salite, per vedere da vicino e incitare i corridori. Stesso copione per ogni tappa, e la tappa con arrivo sul mitico Mont Ventoux al Tour 2016 nel giorno della festa nazionale francese non fa eccezione.

Fin qui tutto bene, una festa di sport, una tappa in cui la maglia gialla Chris Froome si stava producendo in un bell’attacco nei confronti degli avversari, li aveva messi in fila quasi tutti tranne Richie PorteBauke Mollema con cui procedeva spedito verso il traguardo conscio della possibilità di guadagnare secondi preziosi nei confronti degli avversari. Era quasi fatta, invece lo stop improvviso di una moto di ripresa e il conseguente tamponamento hanno costretto il leader del Tour a perdere circa un minuto nei confronti degli avversari.

Ma com’è possibile che nella più grande e prestigiosa corsa ciclistica del mondo succedano queste cose. Il punto è proprio questo, la grandezza della corsa, dove anno dopo anno le moto e le automobili a seguito aumentano in modo esponenziale causando sempre più spesso incidenti. Non è la prima disavventura in questo Tour, giorni fa l’arco che segna l’ultimo chilometro si è sgonfiato finendo in testa a Adam Yates, che oggi ha approfittato della disavventura di Froome per conquistare la maglia gialla.

Un incidente inaccettabile che falsa la correttezza della corsa francese e che sarà al centro di accese polemiche. Alla fine la giuria decide di neutralizzare il distacco accreditando al britannico lo stesso tempo di Bauke Mollema, che al momento dell’incidente era in compagnia della maglia gialla. Una pezza che però non accontenta nessuno e che penalizza gli inseguitori che avevano la possibilità di riprendere il gruppo Froome.

 

Altri articoli