Quando e perché nasce la Festa del Papà?

Società
Festa-del-Papa

Come tutti i 19 marzo, si festeggia la Festa del Papà. Tutto quello che c’è da sapere

La festa del papà è una ricorrenza civile diffusa in tutto il mondo. In molti Paesi che seguono la tradizione americana la ricorrenza è fissata per la terza domenica di giugno. Nella maggior parte dei Paesi di tradizione religiosa cattolica (tra cui l’Italia) la festa è invece celebrata il 19 marzo, giorno associato dalla Chiesa a san Giuseppe padre putativo di Gesù.

La prima volta documentata in cui fu celebrata la Festa del Papà sembrerebbe essere il 5 luglio 1908 a Fairmont in Virginia Occidentale, presso la chiesa metodista locale. Fu la signora Sonora Smart Dodd la prima persona a sollecitare l’ufficializzazione della festa; senza essere a conoscenza dei festeggiamenti di Fairmont, ispirata dal sermone ascoltato in chiesa durante la festa della mamma del 1909, organizzò la festa una prima volta il 19 giugno del 1910 a Skopane (Washington). La festa fu organizzata proprio nel mese di giugno perché in tale mese cadeva il compleanno del padre della signora Dodd, veterano della guerra di secessione americana.

In Italia, fino al 1977, il giorno in cui la Chiesa celebra sa Giuseppe era considerato un giorno festivo anche agli effetti civili. Questa convenzione permane ancora in Canton Ticino, in altri cantoni della Svizzera e in alcune province della Spagna. San Giuseppe, in quanto archetipo del padre, nella tradizione popolare protegge anche gli orfani, le giovani nubili e i più sfortunati. In accordo con ciò, in alcune zone della Sicilia, il 19 marzo è tradizione invitare i poveri a pranzo.

Il dolce tipico della festa ha varianti regionali ma per lo più a base di creme e/o marmellate, con impasto simile a quelle dei bignè o dei krapfen.

 

Vedi anche

Altri articoli