Prima di Tarragona, cinque precedenti di incidenti su bus

Cronaca
pullman

Errori umani, pullman fatiscenti, strade malmesse sono i principali motivi di queste stragi sulle strade di tutto il mondo

Ancora una volta siamo davanti ad una tragedia della strada, vite spezzate dopo una giornata di festa passata in allegria. Questa volta sono state 13 le ragazze vittime della strada, studentesse in Erasmus che avevano raggiunto Barcellona per ampliare le proprie conoscenze come fanno ogni anno milioni di studenti europei. Erano di ritorno da una gita a Valencia, un momento di allegria, di stacco dallo studio, finito in tragedia, probabilmente a causa di un colpo di sonno dell’autista.

Errori umani, pullman fatiscenti, strade malmesse sono i principali motivi di queste stragi sulle strade di tutto il mondo. Come dimenticare il 27 luglio 2013, quando di ritorno da un pellegrinaggio da Pietralcina 40 persone hanno perso la vita a causa di un volo da un viadotto sulla A16 che collega Napoli a Bari. In quel caso fu un guasto all’impianto frenante, insieme alla poca resistenza degli ancoraggi della barriera jersey contro la quale il bus ha rallentato la sua corsa prima di cadere nel vuoto a causa del cedimento della stessa.

Era il 17 novembre 2012 quando in Egitto un pullman che trasportava dei bambini in gita scolastica è stato travolto da un treno. Il bilancio fu di 47 bambini morti di età compresa tra i 4 e i 6 anni. Le cause di quell’immane tragedia il malfunzionamento del passaggio a livello che rimase aperto nonostante stesse sopraggiungendo un treno. Così una giornata di festa, la prima per quei bambini ebbe un tragico epilogo.

Ancora una tragedia che coinvolge dei bambini, in Colombia il 19 maggio 2014. Questa volta si tratta di uno scuolabus, oltre i bambini trasportava benzina di contrabbando, che ha preso fuoco mentre viaggiava verso una scuola religiosa a Fundacion. Trentuno i morti tutti carbonizzati, un unico colpevole il conducente che ha tentato la fuga dopo la tragedia.

Lo scorso ottobre, il 23 per la precisione, la Francia ha vissuto la peggior tragedia stradale dal 1982. Quarantatré i morti a causa di uno scontro frontale tra un tir e un pullman che trasportava un club della terza età per una gita gastronomica dalla mattina alla sera. Tra le vittime anche un bambino di 3 anni che si trovava, insieme al padre, l’autista, nell’abitacolo del tir coinvolto nell’incidente. La strada stretta e piena di curve una delle cause dell’incidente, con l’autista del tir che ha perso il controllo del  mezzo e l’autobus che l’ha centrato in pieno.

E’ di pochi giorni fa, il 27 febbraio, l’incidente che ha causato 12 morti e 26 feriti in Messico. Come nella tragedia dell’Irpinia anche in questo incidente la causa è il malfunzionamento dei freni. Il pullman che trasportava un gruppo di Cristiani evangelici in gita è finito fuori strada precipitando per circa 45 metri in un burrone.

 

Vedi anche

Altri articoli