Preolimpico di Torino, l’Italia si gioca con la Croazia il primato nel girone

Olimpia
bargnani

Dopo la netta affermazione contro la Tunisia, gli azzurri sono chiamati a ripetersi contro i pericolosi croati. Una partita fondamentale nella corsa verso Rio

Torino in questi giorni è, insieme a Belgrado e Manila, il centro del mondo per il basket. In queste tre città si stanno giocando i tornei preolimpici che regaleranno gli ultimi 3 pass per le Olimpiadi di Rio. Ma mentre Serbia e Francia sembrano già sicure della vittoria nei rispettivi tornei, il preolimpico di Torino, quello in cui sono impegnati gli azzurri, è quello più incerto, oltre che per  noi più significativo.

 Sono due le squadre favorite a strappare la qualificazione olimpica nel torneo torinese: Italia e Grecia. La formula vede le sei squadre divise in due gironi (Grecia, Iran e Messico il gruppo A e Italia, Croazia, Tunisia il gruppo B). Le prime due classificate nei gironi si scontreranno in semifinali incrociati, prima della finale di sabato 9 luglio che porterà la vincente a Rio.

Ieri il torneo ha vissuto la sua giornata inaugurale che ha visto le due favorite vincere le rispettive partite. L’Italia ha regolato per 68 a 41 la Tunisia, mentre la Grecia ha battuto l’Iran per 78 a 53.  

Stasera gli azzurri alle 21:00 affronteranno la Croazia, che sarà il primo vero banco di prova per la squadra di Ettore Messina. Vincere significherebbe evitare la Grecia in semifinale affrontando così una tra Messico e Iran, che oggi alle 18:00 si giocheranno il passaggio alle semifinali di questo preolimpico.

Anche se la squadra croata non è più quella di qualche anno fa, gli azzurri dovranno stare attenti alla fisicità della squadra di Petrovic e alle loro stelle, i due Nba Bogdanovic e Hezonja. Il tasso tecnico azzurro è superiore a quello del roster croato, ma attenzione a non sottovalutare la squadra croata che all’Europeo del 2015 mise in seria difficoltà la Grecia, che vinse in rimonta dopo essere stata sotto per gran parte della partita. La squadra è cambiata molto rispetto alla competizione europea, ma comunque è una squadra solida e pericolosa, che oltre ai 2 Nba può contare sul giocatore di Cantù ed ex Nba Roko Leni Ukić. 

Gli azzurri nella prima partita, anche senza brillare, hanno dimostrato una solidità di squadra invidiabile e cosa ancora più importante, hanno consentito a Ettore Messina di ruotare tutti gli elementi del roster, facendo riposare le nostre stelle. L’obiettivo è quello di bissare la gara di ieri per far arrivare freschi tutti i giocatori nelle gare che contano.

Vedi anche

Altri articoli