Ponte sullo Stretto, Delrio: “Prima altre priorità”

Infrastrutture
ponte-stretto

Il ministro alla Camera: “Con Renzi c’è piena convergenza di vedute. Una valutazione ci sarà solo dopo che saranno vinte le sfide che abbiamo avanti

Prima del Ponte sullo Stretto di Messina ci sono altre priorità per il Sud. Lo ha sottolineato il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, al question time alla Camera. Delrio ha ricordato le parole del premier Renzi che ha elencato una serie di interventi prioritari per il Mezzogiorno. Dall’acqua di Messina ai depuratori, dalle bonifiche all’investimento di 2 miliardi per le strade e ferrovie, portando l’Av anche in Sicilia.

“C’è piena convergenza di vedute” ha detto Delrio e una “valutazione” ci sarà “solo dopo che saranno vinte le sfide che abbiamo avanti. Queste le priorità”. Delrio ha ribadito che la società Stretto di Messina è stata posta in liquidazione ed è stata chiamata in causa presso il Tribunale civile di Roma dal contraente generale. “Risultando ancora in corso il contenzioso ad oggi – ha detto – non sono in grado di quantificare oneri da contenzioso”.

“Per noi – ha ribadito – sono importanti una serie di priorità che richiedono un impegno pieno da parte del governo. Il governo non sta aspettando che avvengano queste cose, sta impegnandosi nella realizzazione. Per noi questa la priorità, la valutazione sulla parte seguente sarà fatta con le procedure, le modalità, la valutazione costi-benefici che richiedono le grandi opere”. Delrio ha invitato a tenersi fuori da un dibattito ideologico “pro o contro” ma ad avere un “approccio pragmatico”.

Vedi anche

Altri articoli