Piano migranti, l’Italia accelera

Immigrazione
Nell'immagine divulgata da Medici senza Frontiere i soccorsi ai migranti dopo il naufragio avvenuto davanti le coste libiche, 05 agosto 2015. L'ennesima strage di migranti avviene ad un passo dalla Libia, con il mare calmo e la visibilità perfetta: il barcone con cui stavano tentando di raggiungere l'Italia si è rovesciato quando le centinaia di disperati che vi erano ammassati hanno visto le imbarcazioni di soccorso. Il bilancio ufficiale al momento parla di 400 persone salvate e 25 cadaveri recuperati, ma è molto probabile che in fondo al mare vi siano almeno altre centinaia di corpi.
ANSA/MEDICI SENZA FRONTIERE/MARTA SOSZYNSK/MSF
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Il Migration Compact sul tavolo del summit a Bratislava il 16 settembre. Tusk: in Europa mai più caos come nel 2015

Altri 3mila profughi soccorsi ieri dalla Guardia costiera nelle ultime ore: 16mila in cinque giorni. Una emergenza che si fa normalità e che rischia di mettere in crisi il sistema di accoglienza predisposto dall’Italia. Ed è anche per questo che Matteo Renzi ha deciso di accelerare il pressing diplomatico a Bruxelles e nei confronti della più influenti cancellerie europee, Berlino e Parigi in primis, perché il prossimo summit dell’Unione europea, in programma a Bratislava il 16 settembre, sia decisivo nell’attuazione del Migration Compact messo a punto dall’Italia e che ha ricevuto il sostegno, nel bilaterale Italia-Germania dell’altroieri a Maranello, della cancelliera Merkel. “Aiutiamoli a casa loro”, ha ribadito Renzi nella conferenza stampa che ha concluso il vertice di Maranello.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli