Per Vespa più critiche che ascolti. Oggi vertici Rai in commissione Antimafia

Televisione
Il conduttore di "Porta a porta", Bruno Vespa, durante il lancio della puntata dove andrà in onda l'intervista a Salvo Riina, figlio del boss della mafia siciliana Totò Riina, Roma, 06 aprile 2016.
ANSA/CLAUDIO PERI

La commissione di Vigilanza Rai, invece, non ha ancora convocato il direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano

Bruno Vespa contro tutti: il giornalista, nonostante polemiche e richieste di non trasmettere l’intervista registrata a Salvo Riina, figlio del boss mafioso Totò, alla fine ha deciso comunque di mandarla in onda.

Scelta che, oltre a portargli innumerevoli critiche, non l’ha premiato neppure a livello di ascolti: il giornalista ha superato il milione di spettatori, ma la trasmissione – che ieri ha registrato 1.181.000 spettatori con il 14.02% di share – ha avuto exploit decisamente più memorabili in altre occasioni.

La puntata non è stata certo un flop, ma non si è assistito nemmeno a quel boom di ascolti – registrati in altre occasioni – che Vespa forse si aspettava, soprattutto con tutte le polemiche che hanno preceduto la serata. E i risultati sono stati surclassati pesantemente dalle tante critiche piovute sul programma, sul suo conduttore e sull’azienda di viale Mazzini..

Oggi alle 16 la presidente della Rai, Monica Maggioni, e il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, saranno ascoltati dalla commissione parlamentare Antimafia, che si è mossa in modo decisamente più rapido rispetto alla commissione di Vigilanza Rai, il cui presidente Roberto Fico non ha ancora convocato il direttore di Rai Uno.

”L’intervista di ieri sera di Bruno Vespa con il figlio di Totò Riina ha confermato il nostro giudizio sull’incompatibilità di quella scelta con il ruolo del servizio pubblico. Giusta quindi la decisione della presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi di convocare i vertici Rai per oggi”, ha dichiarato il capogruppo Pd Commissione vigilanza Rai, Vinicio Peluffo. “Al contrario – prosegue l’esponente del Pd – ritengo del tutto inadatto l’atteggiamento del presidente della vigilanza Rai Roberto Fico che non ha ancora provveduto a chiamare in commissione il direttore di Rai Uno, responsabile del palinsesto della rete ammiraglia, come ieri abbiamo ufficialmente richiesto”.

La commissione di Vigilanza ha comunque discusso la questione e Fico assicura che verrà presto ascoltato il direttore di RaiUno Andrea Fabiano per “fare trasparenza”. Ma nessun componente della commissione capisce bene quando. Tanto che lo stesso presidente Roberto Fico oggi precisa: “Contrariamente a quanto affermato da alcuni parlamentari, già ieri la commissione di Vigilanza che presiedo ha chiesto alla Rai la convocazione del direttore di RaiUno. Andrea Fabiano risponderà alle domande di tutti i commissari nella giornata di mercoledì 13 aprile” ha scritto il presidente della commissione in un post su Facebook.

Bene, almeno una risposta c’è stata. Speriamo che Vespa, nel frattempo, non inviti altri mafiosi alla sua trasmissione.

Vedi anche

Altri articoli