Per il Financial Times, “Renzi è la speranza migliore dell’Italia per crescita e riforme”

Governo
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi incontra il sindaco di Milano Giuseppe Sala a Palazzo Marino, Milano, 12 luglio 2016. ANSA/DANIELE MASCOLO

Il quotidiano della City dedica un editoriale all’Italia, spiegando come i problemi della nostra economia derivano da errori commessi nei venti anni precedenti, mentre le riforme di questo governo stanno funzionando

L’Italia cresce poco e questo rimane il suo “problema fondamentale”. Parte da qui l’editoriale che il Financial Times dedica oggi al nostro Paese. Uno scarso rendimento della nostra economia che rischia di peggiorare a seguito del referendum sulla Brexit, come già previsto dal Fmi, ma che affonda le proprie radici nei “due decenni” precedenti – fa notare il FT – con una “prolungata cattiva allocazione delle risorse” sia umane che finanziarie, piazzate in settori poco competitivi e in aziende troppo piccole.

A fronte di un passato così burrascoso, il quotidiano della City vede invece una “buona notizia” nel fatto che le riforme avviate dal governo Renzi stanno mostrando i propri frutti, soprattutto per quanto riguarda il mercato del lavoro con il Jobs Act. Il FT condivide ora la priorità assegnata dal premier a un intervento sulle banche, per il quale l’editoriale auspica che dall’Europa arrivi una “interpretazione liberale delle regole”, nella direzione auspicata dall’Italia. Così come Bruxelles non dovrebbe preoccuparsi troppo se il debito italiano non dovesse calare troppo rapidamente: “Non è il momento di stringere i cordoni della borsa”, avverte il quotidiano londinese.

In vista della scadenza del referendum costituzionale, insomma, il Financial Times invita i partner europei dell’Italia a “mostrare pazienza” e sostenere lo sforzo di Renzi, che “rimane la migliore speranza dell’Italia per le riforme e per tornare a una crescita sostenibile”.

Vedi anche

Altri articoli