Pedaggi, in Lombardia è un salasso

Infrastrutture
milano-torino

Con il 2016 rincari in 6 tratte autostradali Torino-Milano +6,5%, in Abruzzo +3,45%. Codacons: per i lombardi 27 euro in più all’anno

Il nuovo anno porta cattive notizie per gli automobilisti. Non solo è entrato in vigore il nuovo «Autovelox occhiuto» previsto dalla legge di Stabilità, che verificherà anche online l’Rc auto. Ma per i pendolari lombardi e abruzzesi il 2016 peserà molto. Sei concessionari autostradali, infatti, hanno fatto scattare già da ieri gli aumenti dei pedaggi. Il rincaro medio è pari allo 0,86%, ma i «picchi» sono molto sostanziosi. A guidare la classifica è tronco della A4 Torino-Milano, gestito dalla Satap, con +6,5%. Segue l’Autostrada dei Parchi, che collega Roma con l’Aquila e Pescara, che ha deliberato un aumento del 3,45%. La milanese Tangenziale Est spa aumenta di poco più del 2%, in coda Autostrade per l’Italia con +1,09%, Pedemontana Lombarda +1% e Ativa +0,03%. Il ministero dell’economia fa sapere che per tutte le società che stanno aggiornando il piano economico e finanziario gli aumenti tariffari sono stati congelati. Come dire: il salasso è stato contenuto.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli