Pechino soffoca, l’allerta smog sale al massimo – FOTO

Ambiente
epa05048414 People wearing masks walk past Yonghegong Lama temple seen shrouded in smog in Beijing, China, 30 November 2015. Beijing issued an orange alert for heavy smog 30 November, the highest level this year. Authorities in the Chinese capital warned of 'severe pollution' and advised the capital's 20 million inhabitants to stay indoors.  EPA/HOW HWEE YOUNG

La capitale cinese avvolta dall’inquinamento aumenta al livello arancione l’allerta contro lo smog

Nel giorno in cui si apre la conferenza internazionale sul Clima a Parigi, dall’altra parte del mondo, in Cina, viene lanciato uno degli allarmi più gravi per l’inquinamento dell’aria. È la prima volta in quest’anno che viene diramata l’allerta. Il misuratore di concentrazione di particelle PM 2,5, le più dannose per la salute, indica un livello di 592 microgrammi per metro cubo, 572 microgrammi in più rispetto al massimo consigliato dall’OMS.

L’allarme arancione decretato ieri dalle autorità di Pechino è una delle misure più stringenti messe in campo in occasioni del genere. Il provvedimento obbliga gli impianti industriali a ridurre o annullare la produzione e vieta la circolazione di camion pesanti.

I cittadini di Pechino sono stati invitati a rimanere in casa, visto che da alcuni giorni sono immersi in un grigiore intenso, causato dall’inquinamento che lascia appena intravedere le cime dei grattacieli della città. Le foto che arrivano dall’altro capo del mondo sono impressionanti.

CHINA POLLUTION

Vedi anche

Altri articoli