Hillary Clinton contro tutti. Guida alle primarie americane

Usa2016
epa04976828 Former US Secretary of State Hillary Clinton speaks during the US Democratic Presidential candidates debate at Wynn Las Vegas in Las Vegas, Nevada, USA, 13 October 2015.  EPA/JOSH HANER / THE NEW YORK TIMES / POOL

In programma altri 5 dibattiti, il prossimo il 14 novembre davanti alle telecamere di CBS News

Quello di Las Vegas è stato il primo dibattito tra i candidati democratici alle primarie del 2016. Hillary Clinton, unica donna in lizza, ha dovuto tenere testa ad altri 4 candidati agguerriti, ma mai veramente pericolosi. Anzi, nell’unica occasione utile per poter danneggiare la favorita, cioè quando il moderatore Anderson Cooper ha iniziato ad attaccarla sul ben noto guaio delle mail, c’è stato chi, come l’ottimo Bernie Sanders, è corso in aiuto difendendola a spada tratta e derubricando la polemica a pignoleria da giornalisti “di cui la gente è stufa”.

Comunque sia andata, il dibattito ospitato dalla CNN apre ufficialmente la corsa dei candidati democratici alla Casa bianca. Ecco cosa succederà nei prossimi mesi:

Le primarie
Senza andare nello specifico, le primarie all’interno dei due partiti principali, i democratici e i repubblicani, servono a scegliere il candidato del relativo partito alla corsa presidenziale. L’elezione è indiretta, nel senso che i cittadini non scelgono direttamente il candidato ma i 538 Grandi elettori, cioè la somma dei senatori e dei deputati che dovranno poi eleggere formalmente il candidato di riferimento alla convention finale. Le primarie si svolgono in momenti diversi, a seconda dello stato che ne regola per legge lo svolgimento. Per il 2016 si dovrebbe iniziare il primo febbraio con l’Iowa, per poi proseguire fino a giugno. Le elezioni presidenziali Usa si terranno l’8 novembre 2016. Dunque, come di consueto, il martedì successivo al primo lunedì di novembre.

I candidati e le convention
Finché il vicepresidente Joe Biden non scioglierà la riserva, i candidati rimangono 6. Oltre a Hillary Clinton, ci sono Lincoln Chafee, ex senatore ed ex governatore del Rhode Island, Lawrence Lessig, professore ad Harvard che però non è stato invitato al primo dibattito visto che è risultato praticamente inesistente nei sondaggi, Martin O’Malley, ex sindaco di Baltimora ed ex governatore del Maryland, Bernie Sanders, senatore del Vermont, Jim Webb, ex senatore della Virginia. Su uno di loro dovranno convergere i voti dei grandi elettori che quest’anno si daranno appuntamento a luglio a Philadephia, città che ospiterà la convention democratica.

I dibattiti
Dopo quello di ieri sera sulla CNN, sono previsti altri 5 dibattiti. Quelli ancora in programma quest’anno sono il 14 novembre davanti alle telecamere di CBS News e il 19 dicembre alla ABC News. Nel 2016 i candidati saranno ospiti della NBC News il 17 gennaio, della PBS l’11 febbraio e della Univision il 9 marzo.

 

USA ELECTIONS DEMOCRATIC DEBATE

Immagine 1 di 6

I candidati democratici alle primarie Usa prima del dibattito a Las Vegas. Foto: EPA/JOSH HANER

Vedi anche

Altri articoli