“Gridava Allah Akbar”: uomo ucciso davanti a un commissariato di Parigi

Francia
Police officers stand guard near a shooting scene after a man carrying a knife attempted to enter a Paris police station in the Goutte d'Or area, northern Paris, France, 07 January 2016. A man has been shot dead outside a Paris police station after apparently attacking the facility, amid fears that the incident might be an act of terrorism. Luc Poignant of the police union said the man allegedly shouted 'Allah is great' as he approached the facility. An Interior Ministry spokesman told BFMTV that the man might have been wearing an explosive belt. The incident comes on the one-year anniversary of an Islamist attack on the offices of satirical French newspaper Charlie Hebdo that prompted three days of terror and shootings in the city, ultimately resulting in 17 civilian deaths and the deaths of three Islamists as police closed in on them.  ANSA/YOAN VALAT

La polizia ha sparato a un uomo armato e con una cintura esplosiva poi risultata finta

“Allah è grande”. Avrebbe gridato “Allah Akbar” l’uomo ucciso armato che è stato ucciso poco fa dalla polizia di Parigi, mentre si trovava di fronte a un commissariato del diciottesimo arrondissement.

L’uomo ucciso dalla polizia aveva un coltello e indossava una cintura esplosiva, che è risultata poi essere finta secondo quanto dichiarano fonti di polizia, e gridava “Allah è grande”, confermano i media francesi e il ministero dell’Interno.

Il terrorista, che “ha agito secondo le modalità impartite dallo Stato Islamico”, ha cercato di colpire con il coltello un agente che si trovava a protezione del commissariato, ha detto Rocco Contento, sindacalista della polizia, parlando con i giornalisti presenti sul posto. La polizia attualmente sta perquisendo altre zone del quartiere.

 

Vedi anche

Altri articoli