Parigi, coppia di poliziotti uccisa. L’Isis rivendica l’attentato

Terrorismo
Still image taken from video shows Police vehicles at the scene near where a French police commander was stabbed to death in front of his home in the Paris suburb of Magnanville, France, June 14, 2016.   REUTERS/Reuters TV

L’assassino ucciso dalle forze speciali era già stato condannato per terrorismo

Ancora una volta la Francia si sveglia sotto shock per l’ennesimo atto di terrorismo. Larossi Abballa di 25 anni, già condannato a tre anni di reclusione nel 2013 con l’accusa di appartenere ad una rete terroristica, ha ucciso un poliziotto a coltellate davanti alla sua casa a Magnanville, una cinquantina di chilometri a nord-ovest di Parigi. Tutto è iniziato intorno alle 21.00 quando il killer ha assassinato con nove coltellate Jean-Baptiste Salvint, 42 anni, vice comandante della polizia giudiziaria a Les Mureaux

Poi si è introdotto e asserragliato nell’appartamento del poliziotto ucciso dove erano presenti la compagna, uccisa anch’essa, e il figlio di tre anni. L’omicida è stato neutralizzato dalle forze speciali francesi che all’interno della casa hanno trovato il cadavere della donna, anche lei poliziotta, e il  bambino di tre anni  fortunatamente sano e salvo, anche se sotto shock.

Il killer della coppia di poliziotti francesi, Larossi Abballa, avrebbe postato su Facebook Live ieri sera alle 20:52 – prima dell’azione terroristica – un video di rivendicazione. Un lungo messaggio in cui invita a uccidere poliziotti, secondini, giornalisti e rapper. E in cui dichiara che “l’Euro 2016 sarà un cimitero”.

L’attacco è stato rivendicato dall’agenzia Amaq legata all’Isis: “Un combattente dello Stato islamico ha assassinato all’arma bianca un uomo del commissariato di polizia di Mureaux e sua moglie vicino a Parigi”, ha scritto Amaq secondo Site, il centro di monitoraggio dei siti jihadisti.

“E’ un atto incontestabilmente terroristico, dobbiamo agire insieme – ha aggiunto – la lotta al terrorismo non riguarda un solo paese, deve coinvolgere tutti in un’azione internazionale decisa, una sorveglianza di questi individui”, ha dichiarato il presidente francese François Hollande intervenuto a una riunione della Banca Mondiale e dell’Ocse sulla lotta alla corruzione.

L’attacco mette ancora una volta a dura prova i francesi, proprio mentre il mondo ha gli occhi puntati sulla Francia nazione ospitante degli Europei di calcio. Il duplice omicidio segue il massacro di Orlando che due giorni fa ha sconvolto l’america con un attacco ad una discoteca, che ha riportato in mente il terribile attacco al Bataclan di novembre.

Vedi anche

Altri articoli