Parigi Cop21, scontri e lacrimogeni tra polizia e manifestanti (Video)

Parigi
Scontri in Place de la Republique.  ANSA/IAN LANGSDON

Gli scontri si sono svolti negli stessi luoghi che solo qualche giorno fa hanno ospitato le manifestazioni di cordoglio per le vittime delle stragi di venerdì 13 novembre

Sono 208 le persone fermate dopo gli scontri avvenuti oggi a Parigi. Questo pomeriggio la tensione era salita alle stelle tra la polizia e manifestanti radunati vicino a place de la Republique, nonostante il divieto di assembramento varato in occasione della Cop21, la conferenza mondiale sul clima che riunirà a Parigi centinaia di capi di stato e di governo. I manifestanti, molti con il vessillo arcobaleno della pace, hanno lanciato oggetti in direzione delle forze dell’ordine che, nel tentativo di disperdere la folla, hanno risposto con il lancio di lacrimogeni.

Le immagini di guerriglia ricordano da vicino altre proteste avvenute in occasione di vertici internazionali. La situazione, fortunatamente, non è però degenerata. La polizia francese ha cercato di mantenere le distanze, anche se in più di un’occasione sembrava volere caricare i manifestanti.

Durante le tensioni si è formato anche un cordone umano attorno alla statua della Marianna in place de la République a difesa del memoriale di candeline, fiori e messaggi dedicati alle vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre. Poco prima, infatti, alcuni manifestanti avevo iniziato a lanciare verso la polizia proprio molti degli oggetti lasciati in omaggio alle vittime, in particolare i bicchieri di vetro che contenevano le candele accese.

Di seguito alcuni tweet provenienti direttamente dai luoghi degli scontri.

Foto di copertina tratta dall’utente twitter Loïc Blache

Vedi anche

Altri articoli