Parigi, accoltellato insegnante. L’aggressore: “Sono dell’Isis”

Ultim'ora
Aubervilliers.12

Il fatto è avvenuto questa mattina ad Aubervilliers, banlieue della capitale francese

Un insegnante di una scuola pubblica materna di Aubervilliers, in Seine-Saint-Denis, è stato aggredito e ferito questa mattina con un’arma da taglio da un uomo – che ha dichiarato di agire a nome dell’Is – e che si è introdotto nell’edificio scolastico intorno alle 7.15, quando ancora i bambini non erano arrivati e il maestro stava preparando la classe per il lavoro della giornata.

L’insegnante è stato pugnalato al fianco e alla gola mentre preparava la classe per la lezione, ha detto una fonte di polizia. L’aggressore avrebbe indossato una tuta da imbianchino, con calzature militari ai piedi, e sarebbe arrivato nella scuola disarmato, impossessandosi poi di un taglierino che ha trovato in classe. Secondo la procura l’uomo ha gridato “è l’Isis, è un avvertimento”. La polizia ha spiegato che le parole sono state riferite da un testimone che lavora a scuola.

L’aggressore è fuggito presumibilmente a piedi, secondo la polizia, che ha avviato le ricerche. La sezione antiterrorismo della Brigata criminale è stata incaricata dell’inchiesta, aperta per tentativo di omicidio in relazione a un’azione terroristica. Da metà novembre, dopo gli attacchi jihadisti di Parigi che hanno ucciso 130 persone, la sicurezza nelle scuole è stata rinforzata: per la regione dell’Ile de France è previsto il divieto di assembramenti e di parcheggiare davanti agli edifici scolastici, oltre che il rafforzamento delle pattuglie davanti alle scuole e l’aggiornamento dei piani di sicurezza.

Nel suo numero di fine novembre, la rivista francofona di propaganda dell’Isis, Dar-al-Islam, ha attaccato duramente i funzionari dell’istruzione francese “nemici di Allah” che “insegnano la laicità” e che sono “in guerra aperta contro la famiglia musulmana”.

L’insegnante non è in pericolo di vita ed è ricoverato all’ospedale di Lariboisière, a Parigi. Il sospetto, ha reso noto la procura di Bobigny, è riuscito a darsi alla fuga. La procura antiterrorismo di Parigi è titolare dell’inchiesta e ha aperto un fascicolo per tentato omicidio legato ad associazione per delinquere con scopi terroristici.

Il ministro dell’Educazione, Najat Vallaud-Belkacem ha visitato l’istituto teatro dell’attacco e ha annunciato che saranno rafforzate le misure di sicurezza, anche nelle altre scuole della zona.

Vedi anche

Altri articoli