Papa Francesco apre alle donne diacono nella Chiesa: “Una possibilità da studiare”

Vaticano
Pope Francis

L’annuncio apre ad una possibilità storica per porre fine alla prassi di un clero esclusivamente maschile

Papa Francesco apre al diaconato delle donne. Il Papa, a quanto riferisce chi ha potuto assistere all’udienza in Vaticano all’Unione Internazionale Superiore Generali davanti ai 900 rappresentanti dell’Uisg e delle comunità religiosa femminili, si è detto d’accordo nell’istituire una Commissione di studi sul diaconato femminile, indicando così la possibilità di una storica apertura per porre fine alla prassi di un clero esclusivamente maschile. I diaconi possono amministrare alcuni sacramenti tra i quali il battesimo e il matrimonio.

Nel corso della sessione di domande e risposte, è stato infatti posto al Papa la questione sul perché la Chiesa escluda le donne dal servire come diaconi. Le religiose presenti all’incontro hanno detto al Pontefice che le donne servivano come diaconi nella Chiesa primitiva e hanno chiesto: “Perché non costituire una commissione ufficiale che possa studiare la questione?”. Il Pontefice ha risposto che già una volta aveva parlato della materia con un “buon, saggio professore”, che aveva studiato l’uso delle donne diacono nei primi secoli della Chiesa. Francesco aveva spiegato che non gli era ancora chiaro quale ruolo avessero tali diaconi: “Che cos’erano questi diaconi femminili?”, “Avevano l’ordinazione o no?”,”Qual era il ruolo della diaconessa in quel tempo?”. Le risposte del professore, però rimanevano “un po’ oscure”, ha spiegato il Papa. “Costituire una commissione ufficiale che possa studiare la questione?”, ha quindi chiesto Bergoglio ad alta voce “Credo di sì. Sarebbe bene per la Chiesa chiarire questo punto“.

 

Vedi anche

Altri articoli