Ostia, in fiamme il magazzino del teatro antimafia

Legalità
generico-76256-660x368

La scelta non sembra casuale, ma un vero e proprio atto intimidatorio

Fiamme all’Idroscalo di Ostia nel magazzino del Teatro Fara Nume. L’incendio, divampato nella notte di ieri è stato domato dai vigili del fuoco. Sul posto i Carabinieri hanno constatato la natura dolosa del rogo,visto che l’impianto elettrico della struttura non era in funzione.

Perché proprio quel magazzino?

La scelta non sembra casuale, visto che in quel capannone vengono conservate le scenografia per lo spettacolo -lezione che sarebbe dovuto andare in scena proprio in quel teatro questa mattina, dal titolo “Mafia: comprenderla per combatterla”. Questa iniziativa organizzata dalla Consulta provinciale studentesca di Roma, in collaborazione con la Regione Lazio, è stata lanciata con l’idea di presentare i percorsi didattici sulla legalità per le scuole superiori del X Municipio.

“Il teatro – come ricorda la giornalista Federica Angeli su Repubblica – si trova alle spalle di piazza Gasparri, roccaforte del clan Spada, famiglia colpita da diverse recenti condanne per reati che vanno dalla corruzione all’estorsione con l’aggravante dell’articolo 7, il metodo mafioso”.

Gli organizzatori, tra cui Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio della Regione Lazio sulla legalità, terranno comunque l’incontro con i ragazzi dei licei di Ostia che lo hanno organizzato.

Non è il primo episodio doloso di cui è vittima il teatro di via Baffigo, la cui direzione artistica è affidata ad Andrea Serafini. Sono da registrare un primo episodio doloso nel dicembre 2007 e un secondo nel settembre del 2009.

Vedi anche

Altri articoli