Omicidio stradale, Renzi: “Dedico la legge alle memoria delle vittime”

Parlamento
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi al Senato durante le comunicazioni in vista del Consiglio Europeo di giovedì 17 e venerdì 18 dicembre, Roma 16 dicembre 2015. ANSA/ANGELO CARCONI

Il premier, in un’intervista a Isoradio, parla della legge approvata ieri in Senato

“E’ una legge frutto di un lavoro molto serio, nasce dall’impegno di tanti parlamentari che hanno discusso. La dedico alla memoria dei ragazzi vittime delle strade”. Il premier Matteo Renzi, intervistato da Isoradio, ha parlato anche della legge che ha introdotto l’omicidio stradale, approvata ieri in via definitiva dal Senato.

“Qualcuno diceva che le norme erano troppe severe, ma per me nasce dall’incontro con le famiglie delle vittime della strada quando ero sindaco: quando ti arriva l’sms della polizia municipale che ti avverte che un altro ragazzo se ne è andato, il primo pensiero che hai non è politico, ma di commozione: ti prende un’emozione a pensare di dover andare da una famiglia a dire che non rivedranno più il loro figlio” ha detto Renzi, ricordando una delle vittime: “Dopo sei anni dalla morte di Lorenzo, un ragazzo ammazzato sulla strada – ha commentato ancora Renzi -, sono felicissimo che il Parlamento abbia fatto questa legge che spero ci renda tutti più prudenti alla guida e che non permette a chi guida, drogato o ubriaco, di dire semplicemente ‘scusate, ho sbagliato'”.

Vedi anche

Altri articoli