Olimpiadi, Roma verso il “no” alla candidatura. Ma la telenovela M5S continua

Roma
Virginia Raggi, candidata sindaca del M5S per la città di Roma, durante una conferenza stampa con gli aspiranti primi cittadini pentastellati delle principali città italiane, 19 maggio 2016 a Roma. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Secondo i pentastellati capitolini si va verso il no alla candidatura. Ma al Coni risulta il contrario

Roma 2024. Abbiamo perso il conto delle puntate di questa lunga soap opera che a breve, comunque, dovrà per forza terminare con l’ufficialità di una risposta.

Il Movimento 5 stelle sembrerebbe più orientato per il no alla candidatura, almeno da quanto emerge tra i pentastellati capitolini. I motivi li hanno spiegati più volte; sono motivi che hanno diviso sia i cittadini che i politici, ma il punto non è quello. Condivisibili o meno, prima o poi queste motivazioni devono portare a una decisione. Se, secondo la giunta Raggi, in questo momento Roma ha altre priorità, perché semplicemente non comunica la decisione definitiva, quella stessa decisione che sembrava già presa in campagna elettorale? Cosa aspetta, visto che la base sembra essere d’accordo con i vertici e che anche le voci che trapelano portano in quella direzione?

Il punto è che al Coni, in realtà, risulta l’esatto contrario e per questo continua ad essere molto cauto e ad evitare polemiche, che, soprattutto inizialmente sembravano aver creato qualche tensione tra Campidoglio e il Comitato olimpico. Quindi, dopo la lunga trattativa con la giunta, ora semplicemente attende quella risposta che dovrebbe arrivare tra pochi giorni. Come già annunciato dal M5S diversi giorni fa.

“Raggi – ha commentato il dem Stefano Pedica – dica chiaramente se la candidatura di Roma alle Olimpiadi di Roma 2024 è tramontata oppure no. Non si può fare il sor Tentenna in eterno. Metta fine a questa stucchevole telenovela e non perda altro tempo. Al M5s ricordo che la campagna elettorale è finita – sottolinea Pedica – e che quando si amministra una città come Roma bisogna avere le idee chiare. Non si può dire un giorno sì, un altro no e un altro ancora forse. Sulle Olimpiadi Raggi deve parlare chiaramente una volta per tutte e deve farlo subito”.

“La Giunta Raggi – ha dichiarato il deputato Pd Marco Miccoli – pare stia per annunciare il ritiro di Roma dalla corsa alle Olimpiadi del 2024. Dopo il no allo stadio della Roma, il no alla riqualificazione delle Torri dell’Eur, ora arriva il no anche per Roma 2024. È davvero singolare la politica dei 5 Stelle qui a Roma: dicono no a tutto, ma dicono sì ai super stipendi pubblici dei collaboratori della Raggi in Campidoglio. Rigorosi col mondo, spendaccioni con i loro staff”.

Vedi anche

Altri articoli