Nuova strage di migranti in Turchia, anche tre bambini tra le vittime

Immigrazione
epa04964351 Sea full of rubber rings for migrants on the sea near Skala Sikaminias, Lesbos island, Greece, 05 October 2015. An estimated 100,000 refugees and migrants arrived on the Greek islands during August, according to the Hellenic Coast Guard  EPA/FILIP SINGER

Un barcone partito da Smirne e diretto all’isola greca di Lesbo è affondato nella notte

Le autorità turche hanno recuperato oggi su una spiaggia nel distretto di Ayvalik i corpi di diciassette migranti, tra cui anche tre bambini, morti nel naufragio dell’imbarcazione su cui stavano cercando di raggiungere la Grecia. Il naufragio è avvenuto la scorsa notte, provocato probabilmente dalle cattive condizioni atmosferiche. La guardia costiera turca è riuscita a trarre in salvo finora 8 persone.

Secondo le prime ricostruzioni, il barcone affondato era diretto all’isola greca di Lesbo. A bordo si trovavano 22 persone, salpate da Smirne, di cui non è ancora nota la nazionalità.

Altre dieci vittime di un altro naufragio avvenuto più a sud sono state recuperate sulla costa nel distretto di Dikili.

Vedi anche

Altri articoli