“Non una di meno”: in migliaia a Roma contro la violenza alle donne

Donne
Un momento al Colosseo della manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne "Non una di Meno", Roma, 26 novembre 2016. ANSA/ ANGELO CARCONI

Secondo gli organizzatori all’evento, iniziato alle 14 in piazza della Repubblica, hanno partecipato circa 200 mila persone

Un cartello con la scritta: “Non una di meno”. Le foto e i nomi delle 116 donne italiane vittime di violenza nel 2016. Sono diventati il simbolo della manifestazione per dire No alla violenza contro le donne a Roma. In migliaia hanno percorso, a partire dalle 15, le strade del centro della capitale da Piazza della Repubblica con tappa finale a Piazza San Giovanni. Tantissime donne nel corteo, ma anche tanti uomini, di tutte le generazioni, adolescenti, anziani ma anche bambini e bambine d’ogni età, provenienti non solo da Roma e dal Lazio.

Nel corteo colorato anche tanti cartelli di denuncia contro medici obiettori, contro le discriminazioni sui posti di lavoro, della chiusura dei consultori, tra slogan storici degli anni Settanta, sul rifiuto del maschilismo e del patriarcato.

“Oggi siamo giustamente in questo corteo perchè il tema della violenza sulle donne ci accomuna: è una violenza che rappresenta una sconfitta per tutti”. Ha detto la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, che partecipa alla manifestazione  a cui hanno aderito anche le Camere del lavoro: “Era difficile – ha aggiunto – prevedere quante persone partecipassero a questa manifestazione, ma era facile immaginare che ci fosse molta voglia di reagire, di riprendere la parola in questa situazione in cui crescono le forme di violenza e di accanimento nei confronti delle donne”.

 

Vedi anche

Altri articoli