Non solo Marquez-Lorenzo-Rossi, 30 anni di sfide tra Italia e Spagna

Sport
Un fermo immagine tratto da Youtube mostra Luis Enrique nel 1994, allora giocatore della Spagna, con i segni di una gomitata datagli da Mauto Tassotti nel corso del quarto di finale mondiale fra Italia e Spagna. 
ANSA/INTERNET/YOUTUBE
+++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Dalla finale olimpica di pallanuoto di Barcellona ’92 all’europeo di basket del 2015 le sfide che hanno visto contrapposti Italia e Spagna

Italia e Spagna sono due delle grandi nazioni sportive a livello mondiale. Tante volte i rappresentanti delle due nazioni si sono sfidati in epiche sfide spesso per raggiungere importanti obiettivi. Dalla pallanuoto al ciclismo passando per il calcio vediamo le principali sfide che hanno visto sfidarsi le due nazioni.

9 Agosto 1992. Finale olimpica di pallanuoto Barcellona 92. Italia-Spagna 9-8 

La finale della venticinquesima olimpiade, è tra i padroni di casa spagnoli e il settebello di Rudic. Pochi prima della finale potevano prevedere una simile sfida, l’Italia negli ultimi anni non aveva brillato, e da pochi era pronosticata come protagonista a Barcellona. Prima della finale dunque i pronostici erano tutti per gli spagnoli, che erano vice-campioni mondiali ed europei, oltre che padroni di casa. Gli azzurri prendono da subito il comando della partita e si portano avanti, ma negli ultimi due quarti la Spagna si fa sotto e pareggia. Ci sarà bisogno di 3 tempi supplementari per stabilire i campioni olimpici, ma a 32 secondi dalla fine del terzo supplementare l’Italia passa con Nando Gandolfi.

9 Luglio 1994. Quarti di finale mondiali di calcio Usa 94. Italia-Spagna 2-1

La partita verrà ricordata per la gomitata di Mauro Tassotti a Luis Enrique non vista dalla terna arbitrale. Quello che si ricorda meno è la straordinaria partita giocata dagli azzurri. La squadra di Sacchi, seppur con la defezione di capitan Baresi, ha sin da subito dimostrato di essere superiore alle furie rosse. Dopo il gol iniziale di Dino Baggio, pareggiato con uno sfortunato autogol di Antonio Benarrivo, l’Italia è riuscita a spuntarla grazia al gol della stella azzurra Roberto Baggio, che ha 2 minuti dal termine della partita ha siglato il gol vittoria che ci ha regalato la semifinale con la Bulgaria di Hristo Stoichkov.

8 ottobre 1995. Mondiali su strada di Ciclismo in Colombia. Vittoria di Olano, Pantani terzo

Quello di Duitama è stato uno dei mondiali in linea di ciclismo più duri della storia. Dei 90 partecipanti solo 20 hanno completato i 15 giri del percorso. La corsa è stata dominata dalla Spagna soprattutto grazie alla classe di Miguel Indurain, il ciclista più forte del tempo. A creare i maggiori problemi ai corridori spagnoli c’era un giovane italiano, Marco Pantani, che qualche anno dopo riuscirà nell’accoppiata Giro-Tour. A causa del campione di Cesenatico i piani tattici spagnoli sono saltati, quindi la vittoria non è andata al campione Navarro, ma all’altro spagnolo Abraham Olano, con Indurain che ha regolato allo sprint per l’argento Pantani.

17 ottobre 2004. Quindicesimo Gp del motomondiale a Phillip Island. Rossi batte Gibernau e vince il mondiale

Il mondiale di Moto Gp del 2004 fu uno dei più difficili tra quelli vinti da Valentino Rossi. Il suo avversario Sete Gibernau si dimostrò molto ostico e costrinse il pesarese a dar fondo a tutte le sue energie, fisiche, mentali e motociclistiche per vincere il titolo iridato. Dopo una battaglia durata tutta la stagione il “Dottore” conquistò il titolo a Phillip Island dopo una spettacolare gara con continui sorpassi tra lui e il pilota spagnolo, che però alla fine fu costretto ad arrendersi.

1 luglio 2012. Finale dei campionati europei di calcio di Ucraina-Polonia.Italia-Spagna 0-4

Per la prima volta nella storia le due squadre si affrontavano in una finale (mondiale o europea). Gli azzurri venivano dall’entusiasmante vittoria in semifinale contro la Germania, mentre le furie rosse avevano regolato il Portogallo solo ai rigori. Fin dall’inizio si capì che non ci sarebbe stata partita, la Spagna ci inflisse una severa punizione, un 4 a 0 senza appello. Nemmeno il Brasile di Pelè nei mondiali del 1970 ci aveva inflitto un passivo del genere. La scena peggiore per l’orgoglio azzurro fu quando il capitano Iker Casillas verso la fine della partita fece segno ai compagni di accontentarsi del risultato e di non infierire.

8 settembre 2015. Girone eliminatorio Eurobasket. Italia-Spagna 105-98

In ordine di tempo è l’ultima sfida tra Italia e Spagna, prima del duello di Sepang tra Rossi e Marquez. L’Italia dopo un avvio complicato è costretta a vincere contro i fenomenali spagnoli. Sembrerebbe un’impresa faraonica, ma gli azzurri con il cuore e con la tecnica riescono a domare le furie rosse e a vincere alla grande la partita. Belinelli, Gallinari e Bargnani fanno la differenza, e i campioni spagnoli guidati dall’immenso Pau Gasol sono costretti a cedere il passo.

E poi ci sarebbe anche questo: il ricordo sportivo più bello che gli italiani hanno della Spagna

Vedi anche

Altri articoli