Nibali è notte fonda, Kruijswijk sempre più rosa

Maglia rosa
valverde

Il siciliano prova ad attaccare ma la gamba non è quella dei giorni migliori. Grandiosa prova di Valverde che vince ad Andalo seguito dalla maglia rosa

Niente da fare non è, almeno per ora, il Giro di Vincenzo Nibali. Il siciliano generoso come al solito prova ad attaccare, ma la condizione non sembra supportarlo. Al traguardo il ritardo accumulato oggi è di 1 minuto e 47 secondi, mentre il distacco in classifica generale da Steven Kruijswijk è salito a  4 minuti e 43 secondi. Di montagna ancora e n’è molta, ma la sensazione è che la corsa rosa stia sfuggendo di mano allo squalo dello stretto. Ora per ribaltare le sorti avrà a disposizione le tappe di venerdì e sabato, ma per vincere questa novantanovesima edizione del Giro serve un’impresa.

Non mostra segni di cedimento Kruijswijk che taglia il traguardo in seconda posizione, dietro ad un meraviglioso Alejandro Valverde che torna in corsa per la vittoria finale e sale sul podio virtuale. L’olandese è lanciato verso la vittoria finale del Giro, al momento non ha mostrato segni di cedimento ma gli avversari sicuramente l’attaccheranno negli ultimi due giorni sulle Alpi. Il tallone d’Achille della maglia rosa è la squadra, infatti anche oggi gli avversari sono riusciti ad isolare il corridore olandese.

Nel borsino dei favoriti scendono le quotazioni di Esteban Chavez, arrivato al traguardo con 42 secondi di distacco dal vincitore, e in difficoltà sin dalla prima salita di giornata. Il merito del colombiano è stato non deragliare e contenere il distacco, ma come per Nibali sembra uscito male dalla due giorni dolomitica. Ottima la prova di Ilnur Zakarin, che sorprendentemente arriva con i primi e ora spera nel podio.

Ottima la prova di Diego Ulissi che regola il gruppetto degli inseguitori giungendo a 37 secondi dai migliori. Esce definitivamente di classifica Rigoberto Uran così come Andrey Amador, mentre si candida ad una posizione tra i primi 5 Bob Jungels che riesce a tenere le ruote degli inseguitori.

Domani nella Molveno-Cassano d’Adda torneranno protagonisti i velocisti, almeno quelli rimasti in gara dopo le tappe di montagna. Favoriti d’obbligo sono Giacomo Nizzolo e Sasha Modolo, i velocisti più forti rimasti in gruppo.

Vedi anche

Altri articoli