Nibali, Aru e Malori: il ciclismo italiano scalda i motori per Rio

Olimpia
rio

Ieri Adriano Malori e Valerio Agnoli hanno provato il percorso olimpico, oggi si uniranno a loro anche Fabio Aru e Vincenzo Nibali

Parte l’avventura della nazionale di ciclismo in vista delle Olimpiadi di Rio. Ieri Adriano Malori insieme ad Valerio Agnoli, che in estate aveva partecipato al Team-event sul percorso hanno provato il circuito della cronometro olimpica. Il percorso di 54,5 km è molto duro e consiste in due giri sul circuito di Grumari che ospiterà anche la prima parte della prova in linea. Caratteristiche del circuito: 2 salite, una lunga 1,2 km con una pendenza media del 7% e l’altra lunga 2,1 km con pendenza media del 4,5% e un tratto pavé di circa 2 km, prova non proprio da specialisti. Il commento di Malori dopo l’allenamento sul percorso: “Un percorso duro, molto duro, più di quanto mi aspettavo. Inoltre oggi c’è stata molta umidità ed abbiamo sudato non poco. Non ci sono tratti dove poter rilanciare o dove poter fare la differenza. Sarà fondamentale andare forte in salita come mai ho fatto in vita mia. Oggi abbiamo svolto un buon lavoro ed è stato veramente utile poterlo visionare e testare”.

https://twitter.com/AdrianoMalori/status/687008785446088704

Oggi sarà invece il turno delle nostre punte di diamante, Fabio Aru e Vincenzo Nibali (accompagnati da Malori e Agnoli) per la prova in linea. Il percorso è durissimo, dunque adatto ai nostri due corridori.

altimetria Rio 2016Il chilometraggio della prova in linea è importante 256,4 Km con partenza e arrivo da Parc Flamengo. Dopo un primo tratto in linea i corridori entreranno nel circuito di Grumari, lo stesso della cronometro, da affrontare 3 volte. Una volta usciti dal circuito i corridori si dirigeranno verso il circuito Canoas/Vista che verrà affrontato 4 volte. Il punto centrale di questo secondo circuito sarà la salita di Vista Chinesa che misura 8,5 Km con una pendenza del 5,7%. L’ultimo dei 4 passaggi in cima avverrà quando al traguardo mancheranno meno di 24 Km, di cui 6 saranno di discesa. Il percorso sarà massacrante, più simile ad un tappone alpino che ad una corsa in linea. In tutto i corridori dovranno affrontare circa 50 Km di salita e 6 di pavé. Di certo sarà un percorso per scalatori, tutti i grandi interpreti delle corse a tappe hanno cerchiato in rosso il 6 agosto, giorno in cui si svolgerà la gara in linea, con partenza alle 14:30 ora italiana. Tra questi certamente ci saranno i nostri portacolori Vincenzo Nibali e Fabio Aru che fin da ora sono nell’elenco dei favoriti alla vittoria finale. Certo mancano più di 6 mesi all’Olimpiade e quindi non si può sapere la forma in cui arriveranno all’appuntamento brasiliano, ma già da adesso possiamo fare un elenco dei possibili favoriti. Favorito numero 1 sarà il britannico Chris Froome, che nello scorso Tour de France ha dimostrato di essere il più forte. Subito dietro c’è un sestetto con i nostri Aru e Nibali, i 3 spagnoli Alejandro Valverde, Alberto Contador, Joaquim Rodríguez e il colombiano Nairo Quintana. Dovrebbero essere loro 7, salvo sorprese, a giocarsi il prestigioso oro olimpico. Comunque vada sicuramente vedremo un grande spettacolo che solo le salite nel ciclismo sanno offrire.

https://twitter.com/FabioAru1/status/687010488861986816

Vedi anche

Altri articoli