“Nessuna sospensione di Schengen, solo più collaborazione e controlli”

Immigrazione
confine-brennero

La precisazione del presidente della provincia di Bolzano Arno Kompatscher: “Da noi assistenza ai profughi che sono diretti verso la Germania”

Non ci sarà nessuna sospensione degli accordi di Schengen al confine del Brennero. A smentire la notizia circolata in mattinata è il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher che rettifica di fatto un comunicato stampa uscito dagli uffici dello stesse ente.

“Non si tratta di una sospensione degli accordi di Schengen al Brennero, ma esclusivamente di un’intensificazione dei controlli”, precisa Kompatscher. “La collaborazione della Provincia autonoma di Bolzano – spiega – consiste nell’assistenza dei profughi che sono diretti verso la Germania. Per il momento li assistiamo qui in Alto Adige, per permettere alla Baviera di gestire al meglio l’enorme flusso di migranti che in questi giorni è chiamata ad affrontare”.

Da mesi l’Alto Adige garantisce, con una fitta rete di volontari, l’accoglienza di profughi a Bolzano e al Brennero, visto che ogni giorno un centinaio di persone viaggia lungo la linea ferroviaria del Brennero per raggiungere l’Austria e la Germania.

Vedi anche

Altri articoli