Musei statali aperti domenica e lunedì: ecco dove andare

Pasqua
Turisti visitano il Museo degli Uffizi di Firenze, in un'immagine d'archivio. 
ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Iniziative in tutta Italia andranno ad arricchire l’offerta del ministero

Dal Museo Egizio di Torino al Castello Miramare di Trieste. Dal Cenacolo vinciano al Museo archeologico di Reggio Calabria, passando dagli Uffizi, da Colosseo, Foro romano e Palatino, dalla Reggia di Caserta. Si conferma anche quest’anno il piano di apertura straordinaria dei musei statali per i giorni di Pasqua e Pasquetta, dopo il successo degli anni scorsi.

“Un’occasione per cittadini e turisti di godere eccezionalmente del nostro patrimonio culturale”, ha spiegato il ministro Dario Franceschini, che ha invitato ad “andare a visitare e riscoprire i musei, le aree archeologiche le opere d’arte e le bellezze del nostro territorio perché questa Pasqua sia anche una lunga festa della cultura”.

Il programma completo delle aperture, con costo standard dei biglietti di ingresso, è sul sito del ministero.

Non mancano le iniziative parallele, che arricchiscono l’offerta culturale per i giorni di Pasqua e Pasquetta. A Roma dal 24 al 28 marzo i musei civici saranno aperti anche in orario serale, con l’ingresso gratuito per una serie di spettacoli, mostre ed eventi specifici (qui l’elenco). Nelle stesse date, il Museo nazionale della scienza e della tecnologia di Milano offre un programma di attività, laboratori e mostre comprese nel biglietto di ingresso. A Firenze, tra le altre cose, al Museo di San Marco si potrà accedere eccezionalmente lunedì alla Sala Greca, solitamente chiusa al pubblico, ma aperture straordinarie sono previste anche in altre strutture del Polo museale toscano.

Vedi anche

Altri articoli