Milano in prima fila per Amatrice: subito una casa provvisoria per il Comune

Terremoto
Giuseppe Sala durante la presentazione dei candidati e delle candidate della lista del Partito Democratico, Milano, 14 maggio 2016.  ANSA/STEFANO PORTA

Verrà allestito entro la settimana prossima uno spazio provvisorio e verrà mandato personale per far ripartire le attività amministrative

Di fronte alla distruzione del terremoto che ha colpito il centro Italia il Comune di Milano ha deciso di mobilitarsi per far ripartire il Comune di Amatrice. Mentre la giunta romana fa i conti con i primi grossi problemi organizzativi e inizia a perdere pezzi, tra revoche delle nomine e dimissioniBeppe Sala e la sua giunta dimostrano, ancora una volta grande organizzazione e pragmatismo, mettendosi a disposizione per i territori colpiti dal sisma.

Palazzo Marino, infatti, si stanno organizzando per fornire alla città reatina uno spazio provvisorio all’amministrazione locale e fornirà una tensostruttura e personale per la rimessa in funzione del Comune che dovrebbe essere pronta già per la settimana prossima.

“Il Comune di Milano, d’accordo con Anci, si fa carico della rimessa in funzione del Comune di Amatrice”, spiega Sala dalla sua pagina Facebook. “Ciò avverrà attraverso due azioni immediate. Innanzitutto con l’installazione di una nostra tensostruttura completa di arredi che permetterà di dare al Comune di Amatrice una nuova provvisoria casa: riteniamo che entro l’inizio di settimana prossima sarà operativa”.

In secondo luogo “invieremo in loco nostri dipendenti per supportare le attività tecniche amministrative e costituiremo ad Amatrice un comando di Polizia Locale, sempre con nostri agenti. Il tutto per circa venti persone. Saremo inoltre a disposizione per ogni attività che, da remoto, possa essere utile”.

Vedi anche

Altri articoli