Messina di nuovo a secco: dichiarato lo stato di emergenza

Ambiente
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Militari dell'Esercito al lavoro per fronteggiare la nuova emergenza idrica a Messina, 04 novembre 2015.
ANSA/UFFICIO STAMPA ESERCITO

Molti quartieri sono senz’acqua: il capo del dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio si recherà oggi nella città sullo stretto

Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza a Messina, dove si aggrava la situazione idrica a causa della rottura del bypass che collegava l’acquedotto dell’Alcantara con quello di Fiumefreddo, danneggiato da una frana. A comunicare il nuovo guasto è stato il capo del Genio Civile, Leonardo Santoro. Il bypass, riforniva 300 litri al secondo la città. Una quantità che non basta a soddisfare le esigenze della città, ma comunque importante per alleviare i disagi.  Adesso l’erogazione dell’acqua è stata interrotta. I tecnici sono sul posto per accertare l’entità del problema ed avviare interventi necessari.

La società “Siciliacque”, che gestisce l’acquedotto, sta cercando di trovare una soluzione al problema: sembra che la saldatura non abbia retto. L’unico acquedotto che rifornisce in questo momento Messina, con una portata di 200 litri al secondo, è quello della Santissima, ma il fabbisogno della città è di 970 litri al secondo.

A comunicare la decisione del Cdm di dichiarare lo stato di emergenza il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, aggiungendo che il governo ha affidato alla Protezione civile nazionale il compito di risolvere il grave problema che da giorni affligge la città sullo Stretto. “Oggi il capo del dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio, si recherà a Messina per seguire personalmente la situazione da vicino e prendere in mano una situazione intollerabile. I cittadini di Messima devono poter contare sulla fornitura di acqua in modo regolare”, ha dichiarato De Vincenti.

Vedi anche

Altri articoli