I messaggi di Renzi a Grillo, Salvini e D’Alema – VIDEO

Festa de l'Unità
6 settembre

Attacco ai “gufi” sull’expo, alla destra sui migranti e alla minoranza dem su riforme e partito: i tre momenti chiave dell’intervento di Renzi a Milano

Expo, un grande successo e un’opportunità straordinaria. Un abbraccio a chi puntava sul fallimento

“L’expo è diventata una straordinaria opportunità per l’Italia, nonostante ci fosse gente che addirittura sperava nel maltempo perché andasse male. Qua non si tratta di essere pro o contro il governo, si tratta di essere pro o contro l’Italia. A tutti quelli che puntavano contro il fallimento di expo, mandiamo un grande abbraccio di solidarietà. L’Italia è produttrice di bellezza nel mondo, di entusiasmo e di valori. L’Italia non è l’elenco delle cose che non vanno su cui costruiscono i talk show la sera”.

 

 

Migranti, non si può arrivare a strumentalizzare la vita delle persone 

“C’è un limite di umanità sotto il quale non si può andare. Ci sono politici che sono arrivati a strumentalizzare la vita delle persone, dei bambini, pur di attaccare il Pd. Qui non è un discorso di destra e sinistra. In Germania Angela Merkel, che è la destra tedesca, ha aperto le porte del suo Paese ai profughi. E noi cosa dovremmo fare, andare dietro i talk show? Qui non è il Pd contro la destra, sono gli umani contro le bestie”.

 

 

 

Pd, persa la connessione sentimentale con il Paese? Tenetevi i sondaggi, noi prendiamo i dati del 2×1000

“Se qualcuno pensa di usare la questione delle riforme costituzionali per bloccare tutto e tornare indietro, ha sbagliato a capire. Non accetteremo veti. Nelle ultime settimane è partito un racconto falso su quello che siamo. Abbiamo perso le elezioni regionali? Governiamo in tutte le regioni tranne che in Liguria, Lombardia e Veneto. Se questo è perdere, propongo di perdere sempre così. A chi parla di mancanza di connessione sentimentale con il Paese lascio i sondaggi, noi ci teniamo i dati entusiasmanti del 2×100: abbiamo abolito il finanziamento pubblico, abbiamo vinto la sfida”.

 

(foto di Stefano Minnucci)

Vedi anche

Altri articoli