Mattarella grazia l’imprenditore che aveva ucciso un ladro

Cronaca
monella

Sconto di pena, ora è in affidamento

Sergio Mattarella ha parzialmente graziato Antonio Monella, l’imprenditore edile di Arzago d’Adda (Bergamo) condannato a oltre sei anni di carcere per aver sparato e ucciso un giovane che voleva rubargli l’auto sotto casa: la pena è stata ridotta di due anni e poiché il residuo di pena è inferiore a tre anni, il caso di Monella rientra ora nell’ambito di applicabilità dell’istituto dell’affidamento in prova al servizio sociale (art. 47 dell’Ordinamento penitenziario).

Era il 2006 quando Monella, 54 anni, uccise con un colpo di fucile Ervis Hoxha, un ragazzo albanese di 19 anni che stava tentando di rubargli un suv. Monella si era costituito e una volta condannato si era subito presentato in carcere a Bergamo. A marzo 2014 aveva chiesto la grazia al presidente Giorgio Napolitano che aveva avviato la pratica di esame della richiesta, accolta ora da Sergio Mattarella con la concessione di una grazia parziale.

La causa di Monella era stata sposata con forza da Matteo Salvini, che oggi esulta.

Vedi anche

Altri articoli