Marquez corregge il tiro: “Stringerei la mano a Valentino”

MotoGp
epa04988573 Spanish Moto GP rider Marc Marquez (R) of the Repsol Honda Team looks at Italian MotoGP rider Valentino Rossi (L) of Movistar Yamaha MotoGP during a news conference held at the Sepang International Circuit, Sepang, Malaysia, 22 October 2015, ahead of the Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix in Sepang from 23 to 25 October.  EPA/FAZRY ISMAIL

Il pilota spagnolo: “A Valencia volevo vincere, ma Lorenzo è andato forte”. Cosa c’è dietro i passi indietro degli ultimi giorni di Marquez e di Lorenzo?

Sono passati tre giorni dal Gp di Valencia che ha sancito la vittoria mondiale di Jorge Lorenzo, ma ancora è forte l’eco di quanto successo nelle ultime gare del campionato. Ieri era stato Jorge Lorenzo a giustificare Rossi correggendo l’atteggiamento tenuto nelle ultime settimane. Oggi, invece, è Marc Marquez a provare a stemperare il clima.

Il pilota spagnolo, a cui è stato consegnato il Tapiro d’oro dall’inviato di Striscia la notizia Valerio Staffelli ha affermato: “Mi piacerebbe dire che siamo amici. Spero di poter stringere la mano a Valentino quando le polemiche si calmeranno“. Anche lui, come il connazionale Lorenzo, ha fatto un passo indietro rispetto alle dichiarazioni fatte da Sepang in poi. Sembra quasi una strategia degli spagnoli dopo la gara che ha portato alla vittoria mondiale di Lorenzo.

Una strategia probabilmente, richiesta anche dai vertici della Moto Gp, che sanno qual è il peso specifico del campione pesarese. Certo l’attacco a Rossi a livello mediatico non ha giovato ai piloti spagnoli, e il tornare sui propri passi potrebbe rivelarsi una scelta giusta. Forse però questa parziale marcia indietro arriva un po’ tardi. E a giochi fatti è fin troppo facile.

La gara di domenica e il presunto biscottone non ha giovato all’immagine di Marquez. Lui continua a difendersi e a dire che il suo “obiettivo era vincere a Valencia, proprio per evitare tutte queste polemiche, ma Jorge Lorenzo ha fatto il record della pista e io ero appena dietro di lui. Fino agli ultimi sette giri ho pensato di poterlo superare, ma poi è arrivato Daniel Pedrosa e abbiamo fatto il casino”.

Comunque l’accoglienza nella prossima stagione per Marquez nei circuiti del motomondiale non dovrebbe essere delle migliori, il mondo dei motori si è schierato con Valentino e il pilota pesarese ha tanti tifosi che in ogni gara affollano i circuiti seguendone le imprese.

Vedi anche

Altri articoli